BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

BEPPE GRILLO/ Video, l'intervista alla tv russa: l'Italia è in mano alla corruzione

Pubblicazione:giovedì 9 aprile 2015

foto:Infophoto foto:Infophoto

Beppe Grillo ha rilasciato un’intervista alla tv russa Rt chiarendo il suo punto di vista sull’Unione europea e sulla necessità di uscire dalla zona euro, nonché della corruzione, vero problema per l’Italia. "L'idea di un'Europa unita non esiste già più. Credo che il collasso dell'Ue sia già avvenuto. L'Unione europea non ha senso. Se la parola 'unione' fosse stata intesa nel suo significato originario, nel senso di comunità cioè, non avremmo questa situazione con la Grecia", ha detto Grillo. L’Unione europea è nata da una buona idea: "L'Ue è nata da una buona idea, però ora non è né un'unione, né una comunità. Sono un grande sostenitore dell'idea europea. Sono a favore dell'Europa, ma contro l'euro. Dato che l'Italia non ha avuto la possibilità di votare per il suo ingresso," ha proseguito Beppe "sarebbe giusto permettere agli italiani di decidere se uscire dalla zona euro”. C’è la necessità, secondo il leader del Movimento 5 Stelle, di recuperare l’indipendeenza monetaria: "Personalmente, spero che l'Italia esca dalla zona euro il prima possibile e recuperi la sua indipendenza monetaria, una sua Banca nazionale, l'indipendenza fiscale e della sua produzione alimentare", ha detto. Poi ha parlato della crisi dei mercati nazionali: "I mercati nazionali sono ora in una fase di crisi. Le politiche d'austerità hanno obbligato l'Italia a vendere il paese. Tutte le industrie principali sono state colpite. Il mercato interno è morto (...) La situazione nel nostro paese si sta sviluppando sullo scenario greco. Si hanno sempre meno posti di lavoro". Infine, sulla Grecia, ha detto che se Tsipras riuscisse ad operare la ristrutturazione del debito greco avrà fatto “l’impensabile e sarà ammirato per la vita”. Poi Grillo denuncia che l’Italia è in ginocchio a causa della corruzione. “Le leggi anticorruzione sono passate in Parlamento solo per guadagnare consensi alle elezioni. Ogni giorno vediamo politici che vengono arrestati. È un incubo”, ha dichiarato. (Serena Marotta)



© Riproduzione Riservata.