BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

SCENARIO/ Giovagnoli: Cameron (e Renzi) alla prova del "bipolarismo" senza verso

Infophoto Infophoto

Tutto questo mette oggi in difficoltà la sinistra, per sua natura legata a posizioni economico-sociali che non appaiono più così decisive come in passato, meno propensa a privilegiare il governo rispetto al parlamento, meno capace di assorbire le spinte euroscettiche. Ogni caso nazionale presenta ovviamente caratteristiche diverse. Ma i fattori che hanno determinato la vittoria di Cameron stanno assumendo un peso crescente anche altrove. Renzi è politicamente vincente in Italia perché appare convincente la sua narrazione di un partito che abbandona una tradizionale identità di sinistra per muovere pragmaticamente verso il centro. E se non è ancora riuscito a portare l’Italia verso una decisa ripresa economica, le aperture di Angela Merkel sull’“europeizzazione” della questione immigrazione premiano la sua insistenza su questo terreno. Tsipras potrebbe sembrare un’eccezione in controtendenza. Ma il motivo della sua vittoria non dipende dalla sua identità “di sinistra”: dipende piuttosto dalla capacità che ha avuto di convincere gli elettori (a torto o a ragione) di possedere una soluzione del conflitto con l’Europa.

© Riproduzione Riservata.