BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

CAOS FI/ Feltri: Fitto? l'ennesimo partitino che regala il centrodestra a "Chi l'ha visto"

Pubblicazione:mercoledì 20 maggio 2015

Raffaele Fitto (Infophoto) Raffaele Fitto (Infophoto)

Senza lui il centrodestra non farà altro che sfarinarsi e dissolversi. Casini è praticamente scomparso, Fini è ricercato a “Chi l’ha visto?”, Alfano si è ridotto con un partitino che al momento sulla base della nuova legge elettorale non avrà neanche una rappresentanza in Parlamento. Non credo che a Fitto possa toccare miglior sorte, anche se gli auguro di farcela. Ma non mi sembra che esistano i presupposti per un successo della sua iniziativa.

 

Chi sarà il successore del Cavaliere?

Berlusconi non ha ancora identificato una persona che sia in grado di prendere il timone del centrodestra. Anche perché non si tratta di una trasmissione ereditaria, i leader si auto-selezionano, emergono spontaneamente come è avvenuto con Renzi. L’attuale premier ha fato la sua battaglia, l’ha vinta e oggi è il padrone d’Italia.

 

E se invece Berlusconi stesse pensando di “incoronare” sua figlia Marina?

Questo lo si dice da anni e non è mai successo. Piuttosto che mandare la figlia in politica allo sbaraglio, Berlusconi preferirebbe chiuderla in cantina.

 

E’ stato Berlusconi ad avere in qualche modo tarpato le ali a tutti i potenziali nuovi leader del centrodestra?

No, questo lo escludo. I potenziali nuovi leader del centrodestra io non li ho mai visti, e in ogni caso le ali se le sono tarpate da soli. Basti pensare a quanti sono usciti con la presunzione di poter diventare alternativi a Berlusconi e sono scomparsi: Casini, Fini, Alfano e da buon ultimo Fitto. Mi dica lei quali chance avevano di diventare delle alternative a Berlusconi questi personaggi. Se le avessero avute sarebbero già diventati dei capi.

 

Salvini ha le doti per succedere a Berlusconi?

Su questo si fantastica un po’. Salvini indubbiamente ha dimostrato di essere molto abile nel raccogliere i voti dispersi del centrodestra, anche perché è capace di cavalcare alcuni temi che stanno a cuore a una parte cospicua dell’opinione pubblica. Ha ricevuto in eredità un partito moribondo e lo ha rivitalizzato portandolo al 15%. Sulle capacità di Salvini non si discute, ma di qui a diventare leader del centrodestra ce ne corre.

 

Che cosa gli manca?

Il voto moderato, che pure era una parte importante del centrodestra, non ha intenzione di seguire Salvini. In particolare al Sud, dove la Lega nord ha scoraggiato i meridionali che per molti anni si sono sentiti attaccati. Salvini potrà diventare fortissimo al Nord, e magari anche al Centro, ma senza il Sud non si vincono le elezioni.

 

A proposito di Sud, chi vincerà alle Regionali in Campania? 


< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >

COMMENTI
20/05/2015 - commento (francesco taddei)

ma un'esame di coscienza di silvio sul fatto che la gente non vuole più lui no?