BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

L'INTERVISTA/ Salvini: euro e tasse, Renzi prepara il funerale dell'Italia che lavora

Matteo Salvini (Infophoto) Matteo Salvini (Infophoto)

Sconcerto. Anche perché oltre alle uova ci sono i sassi, i petardi e le bombe carta. Non mi sembra un Paese democratico quello che permette tutto ciò. Chi compie questi gesti sono un’infima minoranza, ma la sinistra non li condanna con la dovuta fermezza.

 

Pare che Renzi corra il rischio astensionismo. Credete di poterne approfittare?

L’astensionismo è sempre una sconfitta per tutti. Mi auguro quindi che il 31 maggio chi ha la matita elettorale in mano la usi. Sicuramente vedo il Pd in forte difficoltà, e il fatto che Renzi passi il tempo a insultarmi lo dimostra.

 

Non crede che un moderato di centrodestra preferisca stare a casa piuttosto che votare per lei?

No. Il cosiddetto moderato è quella partita Iva, quel medico, quel commerciante, quell’imprenditore che sono massacrati dalle tasse e dall’Europa. E quindi o tira su la testa adesso oppure è finito.

 

In Liguria lei teme più il Pd o l’M5S?

Noi ce la giochiamo con la sinistra in tutte le Regioni.

 

In Veneto, Liguria e Campania avete fatto accordi di “desistenza” con Berlusconi. Non potete fare a meno di appoggiarvi a Forza Italia?

Ne riparliamo il primo giugno.

 

Sulla scuola sta con i sindacati o con Renzi?

Né con gli uni né con gli altri. Non con Renzi perché lascia a casa 70mila insegnanti con anni di esperienza sulle spalle. Ma neanche con i sindacati, perché se fosse per loro non si cambierebbe nulla, neppure il cancellino della lavagna.

 

Lei crede davvero di poter fare uscire l’Italia dall’euro?

Non sarà Salvini a fare uscire l’Italia, sarà l’euro a saltare in quanto è una moneta senza senso. Il problema di un politico è quindi capire che cosa fare il giorno dopo, altrimenti ci crollerà il soffitto sulla testa.

 

E secondo lei che cosa bisognerà fare?

Noi stiamo lavorando con un gruppo di economisti, ci sono diverse opzioni come il ritorno a monete nazionali o un euro a due velocità. Ma che l’euro stia finendo la sua corsa è chiaro a tutti.

 

(Pietro Vernizzi)

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
22/05/2015 - Secondo il Profeta Matteo Salvini (Giovanni Menegatti)

A sentire Salvini sembra di sentire un messia che sa come risolvere tutti i problemi che ha l'Italia, siccome ormai chi segue da anni la politica di questo paese, e ha sentito in questi ultimi 20 anni molti messia come lui, come pensa che ci siano ancora tanti elettori pronti a credere a lui. Stiamo vedendo in questi giorni i messia greci che figura stanno facendo con la loro gente, e da noi che avevamo il grande Bossi che doveva sistemare tutto, che gridavano Roma ladrona con il cappio in parlamento come mai non hanno portato il cappio quando hanno trovato i ladroni a casa loro? Poi abbiamo avuto il Messia Berlusconi che ci ha portato sull'orlo del baratro, doveva abbassare le tasse al 30% invece sono arrivate fino al 50%. Fare il Salvini politico sono capace anch'io basta imparare a memoria quei quattro slogan che dice, ma dal dire al fare il proverbio dice c'è di mezzo il mare, e siccome la Lega è stata al governo per parecchi anni, risultati non ne abbiamo visti. Quello che mi schifa piu di tutto della politica, è sentire i nostri rappresentanti eletti da noi che son all'opposizione si augurano che tutto vada male per incolpare chi governa, e nessuno pensa al bene del paese, in Germania gli eletti dal Popolo pensano prima al paese e poi alla lotta politica.

 
22/05/2015 - commento (francesco taddei)

salvini lascia stare forza italia e vai da solo.