BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

GIOVANNI MAGGI / Chi è il candidato Presidente nelle Marche sostenuto dal Movimento 5 Stelle (Elezioni regionali 2015)

Pubblicazione:

Giovanni Maggi  Giovanni Maggi

ELEZIONI REGIONALI MARCHE 2015, CHI E’ GIOVANNI MAGGI - Giovanni Maggi, classe 1947 (68 anni), è candidato alle elezioni regionali della Regione Marche in qualità di presidente della Regione. Libero professionista ha lavorato con alcune multinazionali nel settore delle comunicazioni. È membro del Movimento 5 Stelle dalla fine del 2008 e da quel momento, specie dalle successive amministrative dell’anno successivo, si è occupato di comunicazione del movimento e di curare la gestione della comunicazione dei consiglieri comunali del movimento.

Il nome di Giovanni Maggi non è nuovo nella storia della regione Marche, nel suo passato politico c’è l’impegno nel Partito Radicale, del quale è stato pioniere e fondatore della sede di Ancona e dalla quale ha avviato, curato e seguito le campagne per i referendum si diritti civili. Egli inoltre è noto anche per una curiosità: negli anni Settanta ha fondato, insieme ad altri, Radio Arancia, una delle emittenti di maggior successo nel panorama non solo anconetano, ma di tutta la regione Marche.

ELEZIONI REGIONALI MARCHE 2015, DA CHI E’ SOSTENUTO GIOVANNI MAGGI - Giovanni Maggi è sostenuto dal Movimento 5 Stelle di Peppe Grillo, scelto tramite apposita votazione online. Il candidato grillino è stato, tra tutti i partecipanti delle Regionarie (le votazioni online del Movimento 5 Stelle), quello che ha vinto nella propria regione con il minor numero di voti. Ne sono stati infatti sufficienti duecento, con una percentuale del 13% per garantirgli la possibilità di correre alle elezioni come presidente della regione Marche.

ELEZIONI REGIONALI MARCHE 2015, IL PROGRAMMA DI GIOVANNI MAGGI - Giovanni Maggi propone un programma basato su onestà e lavoro, soprattutto il lavoro che anche nelle Marche, un po’ come in tutta Italia, ha raggiunto livelli preoccupanti e non più sostenibili. Il programma elettorale su cui ha fondato la campagna elettorale svolta sul territorio marchigiano verte principalmente su quelle tematiche care al Movimento 5 Stelle anche a livello nazionale. È il rifiuto deciso e categorico di tutta quell’impostazione politica, tra destra e sinistra (entrambe respinte in maniera netta), che ha animato e guidato la politica italiana degli ultimi decenni. Ha messo nel proprio programma per le regionali la salvaguardia della dignità e della salute di tutti coloro che vivono nelle Marche, ma perché questo si possa realizzare bisogna da subito combattere e denunciare i parassiti della disonestà e della corruzione.



© Riproduzione Riservata.