BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

GRECIA-ITALIA/ Folli: Renzi stai zitto o i "falchi" ti impallinano

Pubblicazione:mercoledì 1 luglio 2015

Matteo Renzi (Infophoto) Matteo Renzi (Infophoto)

Il problema non riguarda soltanto il Pd. Una situazione ancora più drammatica, quale sarebbe appunto il caso di vittoria dei no al referendum greco, dovrebbe consigliare un atteggiamento di maggiore coesione nazionale. Ma ciò non solo all’interno del partito di Renzi, quanto nell’intero Parlamento.

 

Che cosa si aspetta dai partiti italiani?

E’ uno di quei momenti in cui le crisi esterne sono così gravi da suggerire un atteggiamento di responsabilità nazionale. Questo atteggiamento dovrebbe riguardare tanto le forze di maggioranza quanto quelle di opposizione. Il che non significherebbe formare un governo insieme, quanto piuttosto abbracciare in Parlamento una linea di responsabilità su questo tema.

 

Questa rinnovata responsabilità nazionale implica anche un nuovo corso del governo?

Tutto ciò implica anche da parte del capo del governo la capacità di parlare un linguaggio nuovo, sia alla minoranza del Pd, sia soprattutto alle forze responsabili presenti in Parlamento. Però anche su questo punto dobbiamo aspettare il 5 luglio.

 

Per non subire l’azione dei demagoghi anti-euro, Renzi può solo accodarsi alla Merkel o deve svolgere un’azione propria?

Renzi deve fare politica e parlare un linguaggio di verità. In questo momento, prima del referendum, può soltanto fare la sua parte per mostrare che l’Europa è unita nei confronti della Grecia. Per ora non ci sono margini per distinguersi. Quindi bisognerà agire all’interno del Paese e nelle sedi europee per fare prevalere una logica politica di buonsenso. Non per contrapporsi ad altri Paesi come la Germania, ma per costruire un’azione europea che sia adeguata alla gravità della crisi.

 

(Pietro Vernizzi)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  

COMMENTI
01/07/2015 - Europa, euro (Italo Amitrano)

Angela Merkel : “Senza l’euro l’Europa non ha futuro” Giovanni Paolo II : “Senza Cristo l’Europa non ha futuro” Chi ha ragione ? Si accettano scommesse