BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

CASO CROCETTA/ "Niente ci fu!": cosa resta di questo teatrino?

Pubblicazione:lunedì 27 luglio 2015

Foto: InfoPhoto Foto: InfoPhoto

E poi gli assessori “politici” stirpe maledetta per Crocetta che ne ha sempre negato l’esistenza, fino al punto da far credere che Franco Battiato o Antonino Zichichi fossero di stirpe superiore e che ora pian piano, in forza della “pace coatta” stipulata con Roma, rientrano alla chetichella nel suo Governo.

Già, la pax romana!. Era stata siglata prima delle sue dichiarazioni in Ars, ma pubblicizzata con suo ennesimo e ultimo proclama: datemi alcuni mesi per risolvere i problemi più urgenti e poi toglierò il disturbo. Questo il senso delle conclusioni del suo discorso. Ma si sa, in politica le decisioni assunte prima delle ferie estive a Roma si prendono a fine settembre, in Sicilia prima di Natale, ma poi viene Natale ed è meglio rimandare tutto a Pasqua, o forse dopo, comunque prima dell’estate. E così sarà trascorso un altro anno. Quello necessario per consentire ai novanta deputati di finire di pagare i debiti contratti per essere eletti e tentare di tornare a Sala d’Ercole dove, lo sanno bene, troveranno 30 seggi in meno.

E dunque se questo è il vero rischio, il vero problema, il vero nodo da sciogliere ecco la soluzione prospettata da Crocetta come chiusura magistrale del suo intervento: “Il futuro di questa legislatura dipende dalle vostre scelte, spero non condizionate da Roma”. Ed ecco sedata con una battuta la finta tempesta. Io non posso dimettermi per il bene dei siciliani perché il mio compito salvifico non è concluso. Potete farlo voi, liberamente, senza diktat imposti da Roma, solo se lo volete. Ma chi crederà mai a 90 deputati che hanno sempre sostenuto il governo Crocetta che non ha mai avuto una sua stabile maggioranza, fin dal suo insediamento? Quindi si prosegua sulla strada tracciata, perché come si dice in Sicilia, per minimizzare la gravità di un avvenimento oggettivo: “nienti ci fu”!



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.