BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

DIETRO LE QUINTE/ Patto Mattarella-Grasso contro Renzi

Sergio Mattarella (Infophoto) Sergio Mattarella (Infophoto)

 Non bisogna infatti esagerare con il sottovalutare il presidente della Repubblica. Sergio Mattarella ha scelto un "profilo basso", ma ha una storia e una identità molto caratterizzate e sempre più chiaramente emerge il suo proposito di promuovere dal Quirinale una stagione di risanamento morale e sociale — giustizialista — che vede Pietro Grasso da Palazzo Madama proporsi come ideale interprete. 

La stessa minaccia da parte di Renzi di elezioni anticipate con questa "troika" diventa fragile. In primo luogo non è scontato che sia il governo in carica a gestirle. Renzi non ha alle spalle un'investitura elettorale e se non ha più la fiducia del Parlamento formalmente agli occhi del Quirinale è un non parlamentare con un governo di transfughi. A ciò si aggiunge la ovvia necessità di un governo "di garanzia" per approvare la nuova legge elettorale secondo le indicazioni della Corte Costituzionale (di cui faceva parte Mattarella) e la legge di Stabilità in coerenza con Bruxelles.

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
17/08/2015 - commento (francesco taddei)

stratagemmi, complotti, maggioranze variabili. Basta! elezione diretta del capo dello stato e poteri di governo!