BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Politica

DIETRO LE QUINTE/ Renzi-Ncd, tutti i nomi delle trattative sottobanco

Luci puntate sul disfacimento dell'Ncd. L'Italicum lo farà sparire, per questo Renzi ha messo da parte Alfano e sta trattando direttamente. Ecco i giochi (e ie nomi). MARA MALDO

Angelino Alfano (Infophoto)Angelino Alfano (Infophoto)

Deputati e senatori di Ncd sono dati allo sbando. Ma quali sono i fattori che stanno compromettendo la solidità dei gruppi parlamentari degli alfaniani? È noto che il ministro dell'Interno ha chiuso con Renzi — nella consapevolezza che l'Italicum non verrà più modificato — un'accordo che garantisca lui ed i suoi seguaci nella lista dei democratici. Non a caso Piepoli e Mannheimer hanno fotografato per conto del Pd questo scenario con effetti a dir poco sconcertanti: Pd sotto di quattro punti se ingloba i reietti di Silvio. 

In realtà le condizioni poste dal premier ad Angelino son ben peggiori, non relativamente ai "quanti" (12/15) ma ai "quali". No a Schifani, Sacconi, Formigoni, Giovanardi: tutti troppo old Silvio. No agli impresentabili calabresi e campani. "Angelino credi a me, candida dieci donne, meglio se i nomi te li do io". A sorpresa nel gruppo fa capolino Pierferdinando Casini, scaricato dall'Udc ma teorico della conversione renziana di Alfano. Il nome di Lupi, Alfano giura di averlo fatto. Renzi di non averlo sentito. Particolarmente attivi nella ribellione antigovernativa il lucano Viceconte, il siciliano Gualdani, il duo pane e 'nduja Gentile-Bilardi. Già, Bilardi, appena abbandonato alla furia giustizialista dal Pd e dal... presidente del suo partito... 

Ho detto "ribellione antigovernativa" ma piuttosto bisogna constatare che dove un partito non esiste più ognuno si sente più a suo agio nel tentativo di cercare da solo o con pochi fidati una soluzione. Nei corridoi di Camera e Senato Lotti e Verdini si aggirano attenti: da cosa nasce cosa. L'Udc di Lorenzo Cesa cambia nel frattempo il nome del consueto "cantiere popolare" di fine estate. Ora si chiama "cantiere popolare e democratico"... Lo fanno a san Giovanni Rotondo: come san padre Pio, hanno eccellenti doti di bilocazione. È la cosiddetta Area Popolare: forti ognuno di uno zero virgola nel paese, ma determinanti sul piano parlamentare, sanno che è venuto il momento di riscoprire la sacralità della Costituzione e della famiglia eterosessuale. Apparire diversi dal Pd perché il Pd stesso li compri ad un miglior prezzo. Politico, sia chiaro. Sono uomini esperti. I risultati non mancheranno. Renzi lo sa e si è tenuto nel mazzo di carte posti di sottogoverno e cariche delle commissioni parlamentari. In fondo, se il grosso dei parlamentari Ncd parlerà con lui e non più con Alfano, potrà sempre consolare Angelino facendolo ministro del Mezzogiorno. Ncd-Udc-Ap. P.P. Portate pazienza. Prima o poi si vota anche in Italia.

© Riproduzione Riservata.
COMMENTI
15/09/2015 - Alfaniani ... come i lapsi (Luigi PATRINI)

La scissione del PdL ha dato vita a due gruppi molto frammentati: quello che è tornato alla vecchia Forza Italia ed è rimasta "fedele" (si fa per dire e non si sa fino a quando) al vecchio leader, e quella che ha dato vita con Alfano al NCD. Ma questi sono come i "lapsi", cioè come quei cristiani che durante le persecuzioni tradivano la fede. Anche gli alfaniani hanno tradito la fede in Berlusconi (era ora!!!), ma non hanno mai avuto la correttezza di spiegare perché, dopo averlo incensato per anni, all'improvviso lo hanno abbandonato quando ha lasciato intendere che avrebbe fatto cadere Letta. Il truce sospetto è che lo abbiano fatto solo perché hanno temuto di perdere qualche posto di potere....