BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Politica

CAOS SENATO/ Folli: Renzi "cerca" Bersani ma non lo trova

Pietro Grasso, presidente del Senato (Infophoto)Pietro Grasso, presidente del Senato (Infophoto)

Quando è cominciata la direzione, non era ancora chiaro dove sarebbe andata a parare e c’era una sensazione di forte tensione e di grossi interrogativi. Secondo me comunque sarebbe stato meglio che Bersani fosse presente.

 

Che cosa ne pensa del modo con cui Renzi ha posto dei paletti al presidente del Senato, Pietro Grasso?

Lo stesso attacco, veramente violento, contro Grasso è come se significasse: “Lasciatemi il tempo per trovare questo accordo, ma se mi aprite il vaso di Pandora dell’articolo 2 salta tutto”.

 

Renzi ha precluso a Grasso qualsiasi discussione sull’articolo 2. In che senso lei ci vede un tentativo di accordo?

Renzi preclude qualsiasi discussione sull’articolo 2, ma non sul comma 5. E’ quindi una questione di lana caprina. Il presidente del Consiglio non vuole dare la sensazione di avere perso il bandolo della matassa, ed è proprio lo scenario che teme si concretizzi se Grasso riapre agli emendamenti sull’articolo 2.

 

Perché il premier si è intestardito sulla questione dell’elettività di secondo livello?

Secondo me stiamo uscendo dalla politica ed entrando nella psicologia. Spero che Renzi sappia esattamente dove condurre la nave, e che stringa saldamente il timone. Una riforma costituzionale è necessaria, ma questi passaggi sono delicati e non si possono superare a forza di strappi. Avrei preferito che quello di ieri fosse un discorso con meno strappi, anche se sono convinto che sotto sotto ci sono alcune aperture che vanno colte.

 

(Pietro Vernizzi)

© Riproduzione Riservata.