BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Politica

CAOS SENATO/ 1. Rotondi (FI): ecco perché Berlusconi non si fida più di Renzi

Silvio Berlusconi (Infophoto)Silvio Berlusconi (Infophoto)

Renzi ha bisogno due volte di Berlusconi. A un primo giro, cioè a quello dell’approvazione delle riforme, perché senza Forza Italia è difficile che passi il sì, inoltre risulterebbe più debole anche un’eventuale approvazione. Su tre poli politici, due voterebbero no: Forza Italia e M5S. Renzi è un fine politico e capisce che la sua sarebbe una vittoria di Pirro.

 

E al secondo giro?

Il secondo giro è il referendum, che sarà per Renzi quello che fu per Fanfani il referendum sul divorzio. Fanfani azzardò un referendum che voleva essere una sorta di scontro di civiltà. Attestò la Dc sulla linea del no, e si spese personalmente in questo referendum che proponeva il format di “uno contro tutti”, cioè Fanfani contro l’intero schieramento laico. La sconfitta fu la sua fine.

 

Renzi oggi rischia lo stesso sulla riforma del Senato?

Per certi aspetti Renzi, sostituendo alla categoria etica quella istituzionale, va allo scontro allo stesso modo dell’“uno contro tutti”. Lo ritengo un grosso rischio, e da questo punto di vista fa bene a cercare ancora un colloquio con Berlusconi.

 

Il premier cerca il dialogo perché sa di non avere i numeri al Senato?

Io non lo so, i numeri sono risicati. Generalmente però i democristiani con i numeri vanno d’accordo, e quindi se Renzi va avanti sono portato a ritenere che i numeri ce li abbia.

 

(Pietro Vernizzi)

© Riproduzione Riservata.