BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Politica

BUONA SCUOLA/ Veneto, il governatore Zaia fa ricorso: è incostituzionale

Per il governatore dle Veneto Luca Zaia la riforma Buona scuola è incostituzionale in quanto sottrae alle regioni molte attribuzioni previste dalla Costituzione, presentato ricorso

Immagine di archivioImmagine di archivio

Il Veneto contro il governo. Per Luca Zaia, governatore del Veneto, la riforma cosiddetta Buona Scuola è incostituzionale perché lesiva dell'autonomia amministrativa regionale. Una accusa forte tanto da spingerlo a presentare ricorso alla Consulta chiedendo di verificare il decreto governativo: "Non accettiamo il ruolo di spettatori inerti dell'affossamento di sistemi collaudati di istruzione e formazione come quello veneto, dove la Regione ha investito sinora importanti risorse in sostituzione dello Stato, riuscendo a garantire apprezzati livelli di qualità e di inserimento occupazionale" si legge in un comunicato. L'avvocatura regionale adesso presenterà il ricorso che è stato in realtà depositato in forma di sette pagine con tre argomentazioni. Punto primo: la Costituzione, si legge, affida alle regioni il compito di definire l'offerta formativa dei percorsi di istruzione e di formazione professionale, "scippati" adesso dal ministero dell'istruzione. Secondo punto: l'ampiezza degli ambiti territoriali in funzione della popolazione scolastica, il numero di istituti vengono anch'essi tolti alle regioni. Infine il punto forse più dolente: esiste "una fitta rete di interferenze con la competenza esclusiva regionale in materia di istruzione e formazione professionale e potenzialmente attribuiscono allo Stato competenza ad adottare non solo norme di principio ma anche disposizioni di dettaglio in materia di istruzione".

© Riproduzione Riservata.