BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

QUARTO & CAMORRA/ Battista (ex M5s): giustizialisti sì ma solo con gli altri. E' lo stile Casaleggio...

Pubblicazione:

Beppe Grillo (Infophoto)  Beppe Grillo (Infophoto)

Sarebbe un processo democratico qualora ci fosse una regola chiara e certa su quando ricorrere a questo strumento. Io fui espulso proprio per avere criticato il modo in cui fu usata la votazione online per decidere se partecipare o meno a un incontro con Renzi. Mentre i due gruppi parlamentari discutevano se partecipare o meno al confronto con il premier, uscì un post sul blog di Grillo in cui si lanciava una votazione online.

 

In che modo si può uscire dall’autoreferenzialità dei leader dell’M5s?

Dobbiamo capire se nell’M5s esista o meno una democrazia rappresentativa. Almeno sulle scelte più importanti bisognerebbe votare all’interno dei gruppi parlamentari, e non online. Il problema è che Casaleggio lascia che si voti nella riunione dei gruppi solo quando vuole lui. Le espulsioni all’interno dell’M5sS, come quella più recente di Serenella Fucsia, sono avvenute in barba agli statuti dei gruppi parlamentari.

 

Secondo lei chi c’è veramente dietro a Casaleggio?

Non lo so, ma non penso che quello che sta facendo sia tutta farina del suo sacco. Se uno attacca i poteri forti e poi va a Cernobbio, non mi sembra così immune dai legami con quelle stesse forze cui dice di opporsi. Non penso quindi che Casaleggio si muova da solo, ma ha sicuramente contatti con il mondo imprenditoriale ed economico.

 

(Pietro Vernizzi)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.