BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

DDL CIRINNA'/ Bazoli (Pd): diciamo no alla stepchild adoption perché vuol dire utero in affitto

Pubblicazione:sabato 16 gennaio 2016

Infophoto Infophoto

Noi stiamo lavorando perché le nostre sollecitazioni siano accolte. Va percorsa la strada della mediazione che abbiamo proposto. Credo che anche il partito non lascerà cadere queste nostre istanze.

 

E se invece le lasciasse cadere?

Esiste la libertà di coscienza, che in questo caso essendo un tema eticamente sensibile è prevista persino dallo statuto del Partito democratico. Ognuno alla fine si comporterebbe come meglio crede rispetto al testo presentato.

 

E’ politicamente opportuno che il governo affronti le unioni civili in una fase politica così difficile come quella attuale?

E’ una questione sulla quale il Pd si è impegnato in termini molto espliciti fin da quando Renzi è diventato segretario. Credo quindi che sia giusto e corretto mantenere l’impegno preso con gli elettori, i simpatizzanti e i militanti del Pd.

 

Sulla stepchild adoption si apre una nuova frattura nel Pd tra laici e cattolici?

Non credo, stiamo a vedere come va a finire. Io sono convinto che tutto si chiarirà e che si troverà una composizione per evitare lacerazioni ulteriori. Se non dovesse andare così, si tratterà di capire come si arriverà all’approvazione della nuova legge. Ma non voglio neanche pensare al fatto che non si faccia il possibile per arrivare invece a una mediazione che eviti ulteriori spaccature interne.

 

Già in altri casi, come sulla riforma costituzionale, Renzi ha parlato prima con Berlusconi e poi con il Pd. Prima di cercare un accordo con l’M5s sulle unioni civili, Renzi farebbe bene ad ascoltare il suo stesso partito?

Non c’è dubbio che vada assolutamente costruita prima l’unità all’interno del partito. Alla fine però anche la riforma costituzionale è stata approvata con un consenso amplissimo all’interno del partito, perché anche le ultime modifiche apportate hanno consentito di ridurre l’area di dissenso interno a poche unità. Il metodo seguito in quella occasione è stato assolutamente quello corretto. E’ per questo che sono convinto che lo stesso metodo sarà utilizzato anche in questa occasione.

 

(Pietro Vernizzi)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.