BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Politica

ITALIA SOTTO ATTACCO?/ Forte: l'Europa ci sta "ricattando"

Jean-Claude Juncker (Infophoto)Jean-Claude Juncker (Infophoto)

La sua origine è politico-culturale. Juncker è stato eletto presidente della Commissione Ue grazie ai voti del Pd. Renzi sperava che Juncker inaugurasse il principio della flessibilità in cambio di riforme. Solo che questa concessione di Juncker era condizionata agli equilibri della Commissione europea. L’errore di Renzi è stato pensare a Juncker come al capo di un governo europeo capace di condizionare gli altri membri. Al contrario è Juncker a essere sotto il controllo degli altri Paesi Ue, e soprattutto di Francia e Germania, i quali hanno scelto la Commissione Ue.

 

Da tempo il governo italiano non era sotto attacco da parte di Bruxelles. Che cosa è cambiato adesso?

In cambio del fatto che l’Italia non avesse più peso, da Monti in poi la Commissione Ue non ci ha creato particolari problemi. Monti e Letta del resto hanno fatto quello che voleva la Commissione Ue. Renzi al contrario ha chiesto delle deroghe, che inizialmente gli sono state concesse perché stesse tranquillo. La festa però è finita presto.

 

Che cosa si è rotto?

Dall’epoca della rimozione di Berlusconi l’Italia ha chiuso il ciclo storico in cui era importante nell’Unione Europea. Oggi Renzi sembra essersi svegliato, scoprendo che il nostro Paese non conta più, e che il suo stesso esecutivo è stato voluto dall’Europa per avere un governo “servile”. Prima c’è stato il governo tecnico che per sua natura era debole, e quindi c’è stato quello politico del Pd che è stato comunque considerato servile. È il debito pubblico così elevato però a impedirci di uscire da questo ruolo.

 

In questo contesto quale ruolo assume il dibattito sulla bad bank?

La Commissione Ue è irritata con l’Italia che deroga dai principi del bilancio, e quindi compie questo scambio virtuoso. Renzi pretende di fare debito pubblico e di usare i soldi per gli aiuti di Stato alle banche? O il governo italiano mette a posto il bilancio, e allora la Commissione Ue darà l’ok agli aiuti alle banche nel quadro di una ristrutturazione. Oppure l’Italia si troverà con un debito eccessivo e con un problema di sofferenze bancarie, e allora la Commissione Ue vieterà un intervento pubblico.

(Pietro Vernizzi)

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
19/01/2016 - Problemi? (VINCENZO DI TOLVE)

Mi sembra quel detto che "chi va con lo zoppo impara a zoppicare!" In pratica, non vorrei offendere, ma ci sono o ci fanno? Prima Sarkozy e Cameron uccidono Gheddafi ed ecco il Casini-sta, poi Obama fa immettere sul mercato più greggio da Iran proprio da chi, ha finanziato, addestrati questi terroristi Isis. I leader UE non hanno capito che è finita sia l'euro che l'Unione, proprio che se ne fregano dell'uomo dei suoi Valori, Cultura e Religione Cristianità, è rimasta quella cialtroneria dei Governi Napolitano€C da ultimo Comunista, che già nel '56 si doveva proibire questa idiota Ideologia COMUNISTA, dopo aver subita come in prima persona ha subito perdita come il amico Walter Tobagi trucidato. Oggi abbiamo i peggiori Presidenti non eletti dal Popolo come Obama e Renzi: restano a galla affinché le Rating Agency gli faranno comodo, poi tireranno la corda per affondare come quella cosina là? Comunque, che dire del Mattarella che non ha usato prerogative a lui concesse e sciogliere le Camere e Governo per effetto Sentenza della Consulta sul Porcellum? In pratica il CSM, Corte Costituzionale e Corte dei Conti non servono, ma utile a regalare scranni con spreco di denaro Pubblico? In pratica, questo Governo utilizza strumenti al limite vedi il Canone Rai-Tv utile a battaglia Politica, ruberie sui pensionati ne risparmiatori! Ergo, a cosa serve il Capo di Stato se D'Alena bombarda i Balcani e cosi via? Favori alle "Grande Famiglie Economiche" o nuovo Caos da debellare anche col voto.