BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Sondaggi elettorali politici 2016 / Emg, l’ipotesi liste: Pd avanti anche sul centrodestra unito e su M5s, così al primo turno (oggi, 20 gennaio)

Sondaggi elettorali politici 2016, gli ultimi dati di oggi 20 gennaio 2016: le ultime proiezioni di Emg Acqua mostrano Pd in salita, M5s che regge dopo caso Quarto e Forza Italia in crescita

Silvio Berlusconi (Infophoto) Silvio Berlusconi (Infophoto)

Se sotto potete vedere i risultati degli ultimi sondaggi elettorali politici 2016 condotti da Emg Acqua sui singoli partiti in questo periodo di primarie e candidature alle future elezioni amministrative in primavera, ora passiamo a vedere un dato ancora più interessante che riguarda il possibile scenario delle liste al primo turno. Se effettivamente, come sembra, si presentasse il cartello Forza Italia, Lega Nord e Fratelli d’Italia in un’unica lista del centrodestra, gli italiani intervistati sempre da Emg hanno comunque premiato il Partito Democratico, avanti con il 31,2% contro il 30,7% del listone di centrodestra, che comunque potrebbe giocarsela sul filo del rasoio. Movimento 5 Stelle è invece ad un 28.4%, fattore singolare visto che nei dati si singoli partiti nel medesimo periodo viene dato al 27%. Evidentemente, la gente davanti ai grandi listini, preferisce in una piccola parte premiare un partito che si presenta da solo piuttosto che le grandi liste. Seguono, ma molto più staccate, la Sinistra Italia al 3,6% e l’Ncd al 2,4%, destinate a non facili acque in futuro.

In questo periodo di primarie e candidature per le elezioni, i sondaggi elettorali politici sono pane per i denti degli analisti nei vari partiti che provano a capire dove “gira” l’aria dei possibili elettori. Stando agli ultimi dati usciti, commissionati da La7 e prodotti da Emg Acqua, la situazione a livello generale rimane tutto sommato simile a quella della scorsa settimana, ma con dei piccoli significativi aspetti da tener d’occhio e monitorare con attenzione. Il Partito Democratico rimane in testa con il 31,3% in leggera salita, ma all’inseguimento rimane il Movimento 5 Stelle che nonostante il caso Quarto non solo non flette ma guadagna qualcosina (ora è al 27%). Il dato interessante oltre a quello dei grillini, rimane la forbice tra i due partiti più grandi del centrodestra, con queste rilevazioni generate che mostrano come Forza Italia abbia rosicchiato qualche percentuale alla Lega Nord che rimane stazionaria al 15.4% da alcune settimane, e con gli azzurri di Berlusconi che salgono all’11,6%. Fratelli d’Italia si piazza con il 5,3% davanti a Sinistra Italia, con il 3,8% mentre Ncd rialza la testa andando al 2,5% e recuperando qualche punticino rispetto alla scorsa settimana. Nulla da fare invece, il partito che ancora raccoglie più voti e “preferenze” è quello dell’astensione, con il 39,5%.

© Riproduzione Riservata.