BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Politica

UNIONI CIVILI/ Fioroni (Pd): voterò no a questo ddl Cirinnà, è incostituzionale

Giuseppe FioroniGiuseppe Fioroni

Sì, ma questa è una non notizia. Ci andai anche nel 2007 quando ero ministro dell’Istruzione. Il Family day non è una manifestazione contro qualcuno, bensì un’iniziativa che testimonia a favore della famiglia e dei diritti dei figli, e chiede politiche familiari al governo. Trovo molto stolto il fatto di mettere una piazza contro l’altra, perché in questo modo si crea una contrapposizione. Una democrazia moderna e matura sa cogliere le diversità di pensiero e costruisce il confronto su quelle diversità.

 

Lei auspica che il voto sul ddl Cirinnà sia palese o segreto?

La libera coscienza e l’accettazione di un confronto aperto sono il frutto di una democrazia moderna. Non ho quindi problemi a fare la mia dichiarazione di voto, a dire perché sono a favore o contrario a questi temi e votare conseguentemente. Il voto segreto è una scelta. L’importante è che ancora una volta questo strumento sia al servizio della libertà di coscienza del parlamentare, senza introdurre il vincolo di mandato su questi temi.

 

(Pietro Vernizzi)

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
22/01/2016 - Scusi, ma ce l'hanno? (Luigi PATRINI)

Scusi, on. Fioroni, ma ce l'hanno la coscienza i Suoi Colleghi? La coscienza certo che ce l'hanno, ma è "retta"? o non è, come lei paventa, alla mercé dei partiti? La coscienza - dice il Catechismo della Chiesa Cattolica (al n.1778), citando una lettera del Card. Newman al duca di Norfolk, è "il primo di tutti i vicari di Cristo". Splendido! Rispettiamo la coscienza!!! Ma attenzione, non confondiamo la coscienza con gli interessi personali o i vantaggi che avremo seguendo le opinioni (pardon! la "coscienza"!) di un poveruomo che fa il segretario del nostro partito! Bravo Fioroni! Lei che l'ha capito, lo ricordi ai suoi colleghi: non si può servire a due padroni! Si deve scegliere il ...migliore! Che non è affatto ...Palmiro!