BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Politica

ELEZIONI COMUNALI 2016/ Caldarola: Renzi prende Milano ma perde Roma

Matteo RenziMatteo Renzi

Alle primarie Sala avrà una strada in discesa, e poiché finora non c’è un candidato del centrodestra, potrebbe anche vincere agevolmente le amministrative. Il vero punto interrogativo non riguarda però le primarie, perché quella della Balzani non emerge come una candidatura in grado di soppiantare Sala. Certo se il centrodestra tirasse fuori un candidato popolare la partita si farebbe avvincente, ma finora lo vediamo in grande difficoltà. Sallusti è molto noto, ma ha più il profilo del giornalista che del sindaco. E lo stesso Passera, finché resta un cavaliere solitario, non ha nessuna possibilità di battere Sala.

 

A Napoli, tra De Magistris e Bassolino c’è spazio per un candidato renziano?

Un candidato renziano come tale non esiste non solo a Napoli, ma in nessuna parte d’Italia a parte Firenze. Il renzismo non ha prodotto renziani, ma soltanto convergenze. E la colpa è di Renzi che si è chiuso nel suo bunker formato da un gruppo ristretto di amici, che come vediamo dalle cronache sono amici in quanto le loro famiglie erano legate tra loro da ragioni non solo sentimentali ma anche economiche.

 

Secondo lei come andrà a finire nel capoluogo campano?

A Napoli con Lettieri il centrodestra è più forte che in passato. Lo stesso de Magistris è “una brutta bestia”, nel senso che è un personaggio combattivo. Bassolino a sua volta è uno della vecchia guardia che può contare su un seguito elettorale, anche se non so se questo basti per fargli vincere le elezioni. Aggiungo che non siamo in una situazione tale che la benedizione di Renzi possa aggiungere voti al candidato locale.

 

Anche a Torino si ripropone la divisione del centrosinistra con Airaudo che sfida Fassino. Chi vincerà?

Su Fassino c’è stata una convergenza di alcune personalità del vecchio centrodestra, che ha fatto gridare allo scandalo settori della sinistra Pd. Airaudo essendo un vecchio sindacalista Fiom potrebbe attirare voti di militanti di sinistra rimasti delusi. Potrebbe quindi sottrarre al Pd una quota di voti portandolo alla sconfitta, come è avvenuto con Pastorino e Paita in Liguria. D’altra parte Chiara Appendino, la candidata dell’M5s, appare abbastanza interessante, ma bisognerà vedere quanto si sia radicata sul territorio.

 

(Pietro Vernizzi)

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
26/01/2016 - Nessuna preoccupazione (Luigi PATRINI)

..........Purtroppo!

 
26/01/2016 - Nessuna preoccupazione (Luigi PATRINI)

Preoccupati per Roma e per Torino? Per Napoli o per Milano? No, Renzi può stare tranquillo! Il Centro-Destra è impegnatissimo a fare di tutto per perdere: Renzi vincerà 4-0!