BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SONDAGGI/ Piepoli: 56% di No, gli italiani vorrebbero riforme ma bocciano Renzi

Pubblicazione:domenica 9 ottobre 2016

LaPresse LaPresse

Questa discrepanza significa che leggendo e informandosi bene sul referendum aumenta la probabilità di una vittoria del Sì, anche se formalmente è sempre vincente il No. La prova del "test di prodotto" in chiave motivazionale è diversa dalla domanda secca: "Vota Sì o No al referendum?".

 

Quindi i No sono in crescita, ma la ragione non riguarda il testo della riforma?

Esattamente. La vera questione è: Renzi sì o Renzi no? Quindi si vota una cosa per un'altra. Il referendum di per sé ha un certo valore, ma il "referente" del referendum è un altro e cioè il presidente del Consiglio. Eppure le due minestre finiscono nello stesso paiolo. Non sapremo mai chi vince, se non il giorno in cui ci sono le elezioni.

 

Quanto pesa il personalismo di Renzi sulla crescita dei NO nel tempo?

Non lo so, io guardo al referendum. Quest'ultimo ha due possibili visioni: quella del Sì/No e quella dei singoli item. Dal mio punto di vista è più vicina alla realtà probabile la visione dei singoli item. Il mio però è un giudizio da ricercatore, e non da studioso della politica.

 

(Pietro Vernizzi)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.