BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SONDAGGI/ Piepoli: 56% di No, gli italiani vorrebbero riforme ma bocciano Renzi

Pubblicazione:

LaPresse  LaPresse

Il 54% degli italiani dice No al referendum e il 46% dice Sì. Sono questi, in sintesi, i dati delle ultime rilevazioni compiute dall'Istituto Piepoli e pubblicate sul quotidiano La Stampa.L'uscita che ha suscitato polemiche, perché il quotidiano torinese ha titolato, in prima: "Riforma Costituzione, rimonta il Sì" e all'interno: "Sorpresa referendum, il Sì in rimonta". "Una prima pagina da scuola di giornalismo nordcoreana — ha commentato su Fb Renato Brunetta (Forza Italia) —. Deve esser messo proprio male il presidente del Consiglio (si fa per dire), Matteo Renzi, se è costretto a far manipolare i sondaggi, e i relativi commenti, per tentare di far raccontare ad ogni costo una realtà che non esiste". Il sussidiario ne ha parlato con lo stesso Piepoli, presidente e fondatore dell'Istituto Piepoli. Una percentuale, quel 54% di No, rimasta invariata rispetto a un mese fa, mentre a maggio i Sì erano il 56% e i No il 44%. I Sì perdono il 10% a favore dei No nell'arco di cinque mesi, spiega Piepoli. Per il sondaggista però il risultato cambia notevolmente se si "spacchetta" il referendum in otto quesiti. Così facendo, in sei casi i Sì superano il 50% mentre in due casi prevalgono i No. Come spiega Piepoli, "è segno del fatto che il No al referendum è diventato essenzialmente un No alla figura di Matteo Renzi, più che una contrarietà ai contenuti della riforma costituzionale".

 

Piepoli, nel tempo i Sì scendono o salgono e perché?

In termini formalistici è stabile la tendenza al No, mentre in termini sostanziali le cose sono più complesse. In questo momento se io esamino il referendum sul Sì o sul No, vince il No. Ma se guardo ai singoli item del referendum, la probabilità che vinca il No si affievolisce.

 

Qual è la domanda che avete rivolto al campione degli intervistati?

E' la seguente: "Ora le leggerò alcune delle modifiche contenute nel referendum costituzionale e lei mi dirà quanto è d'accordo con questa modifica: se molto, abbastanza, poco o per nulla". Quindi abbiamo citato separatamente otto modifiche: in sei casi sono state approvate con oltre il 50% dei Sì, mentre in due casi hanno prevalso i No.

 

In questo momento a quanto sono rispettivamente i Sì e i No?

In questo momento il No è al 54% e il Sì al 46%, proprio come la settimana precedente.

 

Un mese fa a quanto erano i Sì e i No?

Un mese fa erano come oggi: i No al 54% e i Sì al 46%. Però non è stato sempre così: all'interno del mese il dato è oscillato. A maggio invece i Sì erano al 56% e i No al 44%: Renzi aveva cominciato bene.

 

Lei come interpreta la discrepanza tra la risposta sull'intera riforma e quella sui singoli item? 


  PAG. SUCC. >