BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

REFERENDUM & TV/ L'Italia spaccata e il circo mediatico

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Lapresse  Lapresse
<< Prima pagina

Insomma, a uno come il vostro vecchio Yoda che guarda le cose da lontano e dall'alto della sua veneranda età, sembra di essere tornati ai tempi del Ministero della cultura popolare, anche da come sono confezionati i servizi, che prendono ogni scusa per citare Renzi a causa della notiziabilità (la visita a una fabbrica, l'inaugurazione di un asilo, un commento su Bruxelles, ogni occasione è buona), così che non vada calcolata in quota referendum, anche se di quello sempre parla…

Detto tutto questo, Yoda è sempre più convinto che questa esagerata sovraesposizione, questa opprimente occupazione di qualsiasi spazio si rivelerà del tutto controproducente. Ma Renzi non capisce: il suo costoso consulente, Jim Messina, gli consiglia di saturare ogni mezzo di comunicazione possibile, mentre il suo caro amico Farinetti, il patron di Eataly, gli ha consigliato di tornare a essere simpatico… Bel segnale d'allarme, perché Renzi è costituzionalmente antipatico, gradasso, smargiasso, guascone, esagerato dispensatore di slide sugli invisibili successi del suo governo, che Il Manifesto ha stigmatizzato con uno dei suoi titoli fulminanti: "Le mille balle blu". Ecco, a Yoda viene proprio da pensare che una risata lo seppellirà. Ma a tutti gli altri non resterà che piangere. 



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  


COMMENTI
27/11/2016 - star wars (z314 george)

Caro yoda, le sue critiche a renzi e al SI le ritengo tutte approssimativamente veritiere, ma la saggezza avrebbe richiesto almeno un accenno di critica al campo avverso (da grillo a berlusconi passando per dalema salvini e razzi) che magari non ha tutti i torti ma sicuramente neanche tutte le ragioni, così, magari solo per non farsi riconoscere! Immaginando quanto le possa interessare, la informo che do il NO vincente 50 a 1 (non come voti, ma come probabilità), ciò nonostante voterò SI. PS Sarei curioso di sapere se sono gli autori che scelgono quali commenti censurare o qualche altro tizio! Immagino la seconda che ho detto :-)