BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

DIETRO LE QUINTE/ Il rinvio del referendum? Decide Donald Trump

Pubblicazione:

Donald Trump (LaPresse)  Donald Trump (LaPresse)

In breve, in questo momento aver ottenuto un grande endorsement da Barack Obama, lo sponsor di Hillary Clinton, non agevola i rapporti con un personaggio come il "rampante" Donald Trump e bisogna comprendere che cosa potrebbe significare negli equilibri mondiali un simile ribaltamento politico alla Casa Bianca.

Sarà un caso, ma il fatto che la sentenza sul ricorso Onida arrivi dopo il risultato delle elezioni americane, permetterà di valutare le future mosse italiane. Probabilmente offrirà anche consigli utili per il prossimo referendum. Questo può essere un mese carico di sorprese, in un senso o nell'altro.

In tutti i casi, meglio aspettare e vedere, piuttosto che decidere subito. La correttezza istituzionale? Ricordiamoci del grande Talleyrand: "Et surtout pas trop de zèle". Soprattutto non troppo zelo.

Intanto i giornali stanno ritornando a parlare della Brexit. Conviene.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  


COMMENTI
04/11/2016 - Summum ius summa iniuria & C. (Carlo Cerofolini)

Oramai è chiaro che nell’Italia degli azzeccagarbugli da tanto troppo tempo spadroneggia il “Summum ius summa iniuria”. Detto questo e se allora, provocatoriamente ma fino ad un certo punto, provassimo a fare a di meno di un governo nel pieno delle sue funzioni ma abilitato solo all’ordinaria amministrazione – le spese non devono in questo caso ogni mese superare un dodicesimo delle spese sostenute nell’intero anno finanziario precedente, sai che risparmio – non è che andremmo assai meglio, visto che così è stato tempo fa in Belgio quando stette diciamo senza governo per quasi due anni e di recente pure in Spagna quando la stessa cosa è accaduta per quasi un anno. Controprova? Il Belgio e pure la Spagna appena hanno avuto o riavuto un governo nel pieno delle funzioni sono andati peggio su tutti i fronti.

 
04/11/2016 - Che Paese straordinario...... (Luigi PATRINI)

Come si potrebbe intitolare? Forse "commedia all'italiana"!!!! Questa situazione è una testimonianza efficacissima dell'amore (si fa per dire, ovviamente) della Magistratura per il Bel Paese che la nutre e la mantiene. E' davvero vergognoso constatare quanto poco stiano a cuore ai nostri Magistrati la sorte e l'immagine del nostro (e loro!) Paese, della nostra (e loro!) Patria. Probabilmente hanno ragione da un punto di vista formale: d'altra parte, chi meglio di loro conosce i cavilli e gli arzigogoli per tirare la legge dove si vuole? Ma come non capire quanto denaro fanno spendere inutilmente con le loro lungaggini! Non certo a caso hanno un ruolo tanto importante nella "Favola delle api" di Bernard de Mandeville! Nonostante ciò, noi continuiamo a galleggiare e il nostro Paese "esiste, esiste, esiste" ancora!