BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

ELEZIONI SEGRETERIA PD / Enrico Rossi (pres. Regione Toscana) si candida per il prossimo congresso (ultime notizie oggi, 22 febbraio 2016)

Elezioni segreteria Pd, Enrico Rossi si candida come nuovo segretario nel prossimo Congresso: il presidente Regione Toscana si candida come successore di Renzi, scenari sulla data Congresso

Enrico Rossi (Infophoto) Enrico Rossi (Infophoto)

ELEZIONI SEGRETERIA PD, ENRICO ROSSI (PRES. REGIONE TOSCANA) SI CANDIDA PER IL PROSSIMO CONGRESSO (ULTIME NOTIZIE OGGI, 22 FEBBRAIO 2016) - Questa sera a Pontedera Enrico Rossi annuncerà la candidatura alla segreteria del Partito Democratico per il prossimo Congresso che il Pd deve ancora stabilire come data certa; lo rivela l’Ansa che ha raccolto la dichiarazione ufficiale dello stesso Presidente della Regione Toscana che in questo modo si candida ad una posizione alternativa all’attuale segretario Matteo Renzi. «Stasera sarò a Pontedera, che è casa mia, e annuncio ufficialmente che mi candiderò alla segreteria nazionale del Pd e quindi lavorerò per raccogliere le firme necessaire per farlo. La mia sarà una candidatura alternativa a Renzi ma con l’ambizione di superare la dinamica tra renziani e antirenziani. Per questo mi definiscono continuamente rossiano». È il primo esponente del Pd che dunque avanza la candidatura alla segreteria del Partito a pochi giorni dall’Assemblea Nazionale di Roma in cui il premier-segretario ha annunciato che ancora non si è arrivato ad un accordo chiaro sulla data del Congresso; in molti ritengono che quella data sarà legata a doppio filo al destino di questa legislatura proprio per via dell’eccezionalità della doppia carica tenuta da Matteo Renzi. Le ipotesi in campo sono principalmente 3: congresso a fine 2016, con elezioni anticipate a primavera 2017; elezioni nella primavera 2017 e congresso posposto a fine 2017; congresso sempre a fine 2017 ed elezioni a normale termine di inizio 2018. Gi scenari dipenderanno molto alle prossime scadenze elettorali, in primavera con le amministrative, e il referendum costituzionale dell’autunno 2016: da qui sapremo di più del destino di Renzi anche come segretario. E Rossi è giù il primo avversario, sempre che il premier si ricandidi alla guida della segreteria.

© Riproduzione Riservata.