BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

SCONTRO RENZI-UE/ O l'uscita dall'Europa o un nuovo 2011

Infophoto Infophoto

In conclusione, visto il suo percorso e il suo attuale furore, il primo ministro italiano, con un po' troppa spavalderia, ha dato l'impressione di cercare di dribblare tutti, finendo per dribblare se stesso, per usare un gergo calcistico. Rimanendo così solo e sotto accusa per i conti italiani, i problemi dell'immigrazione, la questione del salvataggio delle banche.

E il quadro complessivo non si presenta semplice. Il "bazooka" di Mario Draghi, che ha salvato l'Italia e che l'avrebbe probabilmente salvata dalla cura dimagrante anche nel 2011, non funziona più, tanto di fronte ai nuovi problemi e alla persistenza di un'inflazione troppo bassa. Oltre a questo si deve ascoltare, un po' sconcertati, il nostro governatore di Bankitalia, Ignazio Visco, che si è accorto dell'assurdità del bail-in. A cose fatte, si intende.

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
03/02/2016 - Lucidissimo articolo di Gianluigi Da Rold (ALBERTO DELLISANTI)

Speriamo che lo possa leggere il difensore a spada tratta di Renzi, che ha scritto il commento posto in calce al contemporaneo articolo di Giulio Sapelli. Da Rold è molto chiaro sui torti che ha maturato e matura la Unione Europea a trazione nordica e segnatamente franco tedesca. Altrettanto chiaro è il riepilogo dell'atteggiamento di Renzi, giunto all'odierna esibita contestazione di Bruxelles, dopo avere praticato lo spericolato arrangiamento di Roma con la Merkel, fin dal primo giorno del suo insediamento a Palazzo Chigi. Renzi fu decisivo per la nomina gradita a Berlino del lussemburghese Junker, da sempre fedele interprete dei desiderata franco tedeschi. Impose per l'Italia la nomina a Commissario Europeo della Mogherini, sua prescelta, in un ruolo che ben si sapeva che contava come il due di picche. Rifiutando invece (Letta vade retro....) l'importante offerta che i partner europei fecero all'Italia per lo stimato e ben conosciuto Enrico Letta. I sei mesi di presidenza italiana gestita da Renzi non videro alcun tratto significativo impresso dall'Italia. Adesso invece...

 
03/02/2016 - renzi-ue (delfini paolo)

L'attuale ue-eurozona è solo una dannosa combriccola,all'interno della quale alcuni Stati come francia,gb, germania, svezia,ecc si fanno i beati affaracci loro sulle spalle di Sudeuropei, Iralndesi ed Europei.Meglio uscire subito !