BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Politica

PRIMARIE PD ROMA 2016/ Piepoli: la variabile "autistica" può fare vincere M5s

Il Campidoglio (Infophoto)Il Campidoglio (Infophoto)

Riguarda direttamente il centrodestra. Lì c'è la figura di Guido Bertolaso, il candidato del cavalier Berlusconi che però non unifica, ma scompagina le fila del centrodestra e nel presentarsi diventa anche lui una variabile autistica.

 

A questo punto siamo di fronte a una scacchiera impazzita.

Guardi che un ticket di centrodestra con Alfio Marchini sindaco, Irene Pivetti, vicesindaco e magari Francesco Storace presidente del Consiglio comunale sarebbe in grado di andare al ballottaggio e anche di vincere. C'è ovviamente la figura di Bertolaso, che scompagina tutto e alle fine smentirebbe Berlusconi. Non mi pare un piccolo problema.

 

Dove può verificarsi questa variabile autistica, Piepoli, a sinistra o a destra?

Guardi, non voglio sfuggire alla domanda, ma non so proprio immaginarmelo. Chi dei due schieramenti la subisce va incontro alla sconfitta. Ma non si può escludere un fatto, anzi un'ipotesi, una previsione.

 

Quale?

Che avvenga sia a sinistra che a destra. E a quel punto, quello che in questo momento potrebbe rappresentare il centro, cioè il Movimento 5 Stelle, avrebbe vita facile e vincerebbe nel ballottaggio. Ho reso abbastanza chiaramente l'idea per quale ragione nelle amministrative di Roma, al di là del risultato delle primarie di fine settimana, ci si trovi di fronte a una partita incredibile?

 

Dopo questo puzzle romanesco, mi parli delle previsioni che si vedono nell'analisi del voto amministrativo di Napoli. Anche lì ci sono le primarie a sinistra a fine settimana. Sono problematiche?

No, a Napoli mi sbilancio con più semplicità. Sia alle primarie che alle amministrative io vedo un unico vincitore: l'attuale sindaco Luigi de Magistris.

 

Eppure la città non ha fatto passi avanti da quando de Magistris è diventato sindaco ed è in presa a una crisi profonda.

Ma de Magistris, mi lasci dire, è Masaniello. E a Napoli, in situazioni di questo tipo, vince sempre Masaniello.

 

(Gianluigi Da Rold)

© Riproduzione Riservata.