BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

RETROSCENA/ Italia in Libia, ecco perché Renzi ci ripensa

Pubblicazione:

Matteo Renzi (Infophoto)  Matteo Renzi (Infophoto)

Soprattutto con Parigi Renzi è stato brusco, ricordando che l'attuale caos è figlio di un intervento, quello del 2011, compiuto senza alcuna riflessione sulle sue conseguenze. Renzi, insomma, sta tentando di esercitare la leadership italiana spingendo la comunità internazionale a rinviare l'intervento militare a quando ve ne saranno le condizioni che bisogna attivamente contribuire a costruire. Non è detto che francesi, inglesi e americani siano d'accordo, ma il no italiano è destinato a pesare.

Nel frattempo il premier chiede ai partiti italiani "equilibrio, saggezza e buonsenso", evitando le strumentalizzazioni. Ma il silenzio e le reticenze intorno alla vicenda dei quattro ostaggi non aiutano. L'occasione per attaccare quelli che per le opposizioni sono evidenti errori dell'esecutivo è troppo ghiotta per non essere colta. Se non saprà gestire con saggezza la vicenda, "Tripoli, bel suol d'amore" potrebbe costituire per il governo una partita davvero insidiosa.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.