BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

REFERENDUM/ Dalle trivelle alla Costituzione, Renzi rischia l'effetto-Craxi

Pubblicazione:

Matteo Renzi (Infophoto)  Matteo Renzi (Infophoto)

E’ difficile dire che cosa voglia fare Renzi, se e quali cambiamenti ulteriori abbia in mente sulla questione giustizia. Nell’inchiesta di Potenza si è però riproposto un tema che sembrava tenuto abbastanza sottotraccia: quello del possibile riaprirsi di una contesa tra magistratura e politica. La stessa scelta dell’Anm di eleggere Piercamillo Davigo come presidente documenta che si sta concretizzando una nuova fase di scontro.

 

Renzi si trova più forte o più debole dopo la morte di Casaleggio?

La morte di Casaleggio apre interrogativi molto importanti su quale strada prenderà M5s. In genere il venir meno di un leader nel pieno della lotta politica, sotto il profilo emozionale e dei sentimenti si tramuta in un voto che viene caricato di significati particolari. Valga per tutti l’esempio della morte di Berlinguer nel 1984: alle europee successive per la prima e unica volta il Pci si posizionò come il primo partito d’Italia.

 

Per M5s potrebbe ripetersi lo stesso scenario?

Stiamo parlando ovviamente di personalità e di storie politiche molto diverse. Nella realtà non sappiamo bene quali siano le logiche dentro ai 5 Stelle che non sono un partito tradizionale. Fatto sta che Casaleggio era il teorico di una concezione fortemente innovativa rispetto alla politica tradizionale. Avendo le chiavi di questa idea, anche sotto il profilo organizzativo, Casaleggio era colui che deteneva anche materialmente il potere. Il suo ruolo era quindi molto particolare.

 

(Pietro Vernizzi)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.