BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Politica

DIETRO LE QUINTE/ Formica: Renzi sarà travolto dai "dossier"

Rino Formica (Infophoto)Rino Formica (Infophoto)

E' ritornata la guerra fredda. Non quella che abbiamo conosciuto noi. Una nuova guerra fredda che adesso si combatte a colpi di dossier e con ondate di speculazioni finanziarie anche contro un Paese. E' interessante, quasi istruttivo, guardare quello che sta avvenendo ad esempio in Brasile in queste settimane.

 

Scusi Formica, mi sta dicendo che è in arrivo un dossier contro Renzi? E' abbastanza noto che gli americani siano diventati piuttosto freddi con il nostro presidente del Consiglio, ma da qui ai dossier mirati…

E' vero che gli americani sono diventati freddi, ma c'è la Germania che sta sgranando gli occhi e ripensando alla politica di Renzi. Il nostro presidente del Consiglio propone adesso gli eurobond, di cui da anni, almeno sette, la Germania non vuole neppure prendere in considerazione, non ne vuole sentire parlare. E nella sua solita foga, il presidente del Consiglio invita i paesi europei a usare gli eurobond, praticamente mettendoli contro la Germania. Sarà questo uno dei motivi principali della guerra fredda e sarà in quel momento che arriveranno dossier, non su Renzi, ma sull'Italia, magari sulla qualità del debito italiano e su altri problemi. Poi, dipende dai giorni, qualche speculazione finanziaria mirata. A quel punto, con il vulcano acceso, di cui parlavamo, la situazione rischia di complicarsi veramente. E la caduta potrebbe diventare fragorosa.

 

Si parla anche di un gioco della magistratura?

A mio parere Renzi sta solo stuzzicando la magistratura e questa non è all'attacco come ai tempi di "mani pulite", ma in una posizione di difesa dei propri interessi. Ed è pure divisa al suo interno. Il problema non è quello, ma la guerra fredda che sta arrivando.

 

(Gianluigi Da Rold)

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
20/04/2016 - Fermiamo Renzi con il voto (Carlo Cerofolini)

Fermiamo questa deriva illiberale di Renzi con il voto!