BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

COMUNALI ROMA 2016/ Caldarola: solo la Meloni può portare il centrodestra al ballottaggio

Pubblicazione:venerdì 22 aprile 2016

Giorgia Meloni (Infophoto) Giorgia Meloni (Infophoto)

“Con la Meloni il centrodestra arriverà al ballottaggio e se va bene può vincere. La leader dei Fratelli d’Italia è più forte non soltanto di Bertolaso e Marchini, ma anche della Raggi e forse dello stesso Giachetti, che sta dimostrando una pericolosa mancanza di convinzione”. Lo sottolinea Peppino Caldarola, ex direttore dell’Unità ed ex parlamentare dei Ds. Ieri l’ufficio di presidenza di Forza Italia ha dato mandato a Silvio Berlusconi di decidere se continuare a sostenere Bertolaso oppure appoggiare la Meloni. Bertolaso però nel corso di una conferenza stampa alla Camera ha annunciato: “Non mi tiro indietro. Berlusconi mi ha chiesto di andare avanti”.

 

Da giorni si dibatte sulla candidatura di Bertolaso. Che cosa sta succedendo?

Bertolaso si sta rivelando molto fragile. Come rivelano i sondaggi non convince gli elettori di Forza Italia, mentre la Meloni sembra più attrattiva e sale nei sondaggi. Il centrodestra si sta rendendo conto che è possibile riaprire la partita di Roma. Sulla carta la favorita dovrebbe essere la Raggi, su cui molti pensano che possa confluire una parte dei voti di centrodestra. Ma se l’elettorato di centrodestra trovasse un candidato che lo rispecchia di più, come la Meloni, quest’ultima potrebbe aspirare non solo ad arrivare al ballottaggio ma anche a vincere la partita.

 

Secondo lei Berlusconi si orienterà sulla Meloni o su Marchini?

In questo momento tutto lascia pensare che sceglierà la Meloni, perché la leader di Fdi ha preso velocità. La candidatura di Marchini è invece appannata. Le forze di centrodestra convergono sulla Meloni, in quanto la ritengono più competitiva in vista dello scontro sia con Giachetti sia con la Raggi. I punti di forza della Meloni sono il temperamento e il suo tratto popolare romanesco: per gli elettori di centrodestra possono risultare più attrattivi. Alla fine quindi Berlusconi dovrà fare buon viso a cattivo gioco e accettare la Meloni.

 

Appoggiando la Meloni, Berlusconi rischia di subire il “bacio della morte” di Salvini?

No. Se Berlusconi non accettasse la Meloni ma facesse confluire i voti su un altro candidato, quest’ultimo comunque non andrebbe al ballottaggio. Il centrodestra può arrivare al ballottaggio solo se è tutto unito, e l’unità si può trovare solo sul nome della Meloni. L’unità non si può trovare su Marchini in quanto la Meloni non ha nessuna voglia di ritirarsi.

 

Così però Berlusconi deve ammettere di avere sbagliato…

E’ vero, ma a Milano, dove Berlusconi gioca la partita che gli interessa di più, il candidato Stefano Parisi non è affatto ascrivibile a Salvini. Il cedimento su Roma, che nasce da un cumulo di errori commessi dallo stesso Berlusconi, non è comunque così significativo come sarebbe stato su Milano.

 

Ma la Meloni non è un po’ “estremista”?


  PAG. SUCC. >