BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SONDAGGI/ Se Berlusconi sceglie Marchini si prende (anche) i voti del Pd

Pubblicazione:giovedì 28 aprile 2016

Alfio Marchini (Infophoto) Alfio Marchini (Infophoto)

Rispetto alle comunali di Napoli è un’inchiesta che incide molto e una vicenda di grande impatto. Graziano è sicuramente una personalità politica di prima grandezza in Campania e un dirigente importante del Pd. Quindi gli effetti inevitabilmente si faranno sentire. Bisognerà quindi vedere la qualità e la direzione che prenderà il dissenso nei confronti di quanto è avvenuto.

 

L’inchiesta campana potrebbe avvantaggiare ulteriormente de Magistris?

E’ difficile dirlo, perché l’elettorato di de Magistris e quello di Brambilla (M5s) si assomigliano molto. Quello dei delusi è quindi sicuramente un consenso che può orientarsi verso entrambi i candidati. Non dobbiamo però dimenticare che, soprattutto alle europee del 2014, c’è stata una forte migrazione di elettori dal centrodestra verso il Pd. Quella parte di elettori migrati verso il Pd in questa occasione potrebbero quindi orientarsi su Gianni Lettieri. Quest’ultimo è infatti un imprenditore e un candidato con il profilo tecnico, oltretutto ben conosciuto agli elettori di Napoli perché era già stato candidato nel 2011.

 

Chi accederà al ballottaggio nelle comunali a Torino?

Quella di Torino al momento sembra una sfida tra Piero Fassino (Pd) al 41% e Chiara Appendino (M5s) al 30%. Quest’ultima è molto sotto rispetto ai consensi del sindaco uscente, ma al secondo turno la situazione risulta del tutto aperta. La Appendino sicuramente è un candidato molto forte, che potrebbe attrarre i voti della sinistra rappresentata da Giorgio Airaudo. Al secondo turno su M5s potrebbero convergere anche i voti del centrodestra, e in particolare quelli della Lega nord, il cui candidato Alberto Morano è intorno all’11%.

 

Come andrà a finire al secondo turno?

In questo momento al secondo turno c’è un leggero vantaggio di Fassino rispetto alla Appendino. Tutte le situazioni però sono molto aperte, in quanto il ballottaggio è un orientamento di fondo che possiamo chiedere agli elettori, ma molto dipende dalle motivazioni che avranno al momento del voto. Questo vale in particolare per quanti al primo turno voteranno per candidati che non accederanno al secondo turno.

 

(Pietro Vernizzi)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.