BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Politica

COMUNALI ROMA 2016/ Caldarola: Berlusconi ha scelto Marchini per fare un favore a Renzi

Alfio Marchini (Infophoto)Alfio Marchini (Infophoto)

Nessuno vuole vincere a Roma. La Meloni era nello stesso partito di Alemanno, e quindi il giorno in cui vincesse, il mondo di Alemanno si avventerebbe su di lei.

 

Neanche la Raggi vuole vincere?

No, o meglio a non volerlo è M5s, perché un anno di esperienza romana potrebbe danneggiare l’immagine del movimento in vista delle Politiche. La stessa Virginia Raggi, via via che appare “al naturale”, si rivela sempre più fragile. La polemica del Pd sui suoi dati biografici è sterile. Molto meglio lasciarla parlare, in quanto si vede subito che è del tutto inadeguata.

 

E Giachetti che cosa sta facendo?

Giachetti è un candidato interessante, ma finora non si è fatto particolarmente sentire. Il paradosso quindi è che Roma non la vuole nessuno: non mi pare che sia in atto una vera gara, in quanto i candidati sembrano più in stand-by che realmente desiderosi di vincere.

 

La svolta su Roma avrà ripercussioni anche su altre città come Milano?

No. Se boicottasse Parisi, Salvini dimostrerebbe di essere un Tafazzi qualsiasi, cioè uno che per dispetto crea un ostacolo a un candidato che si sta battendo bene. E’ anche da questo che si misurerà lo spessore di Salvini, che è sicuramente un abile propagandista, ma nessuno di noi ha capito se abbia anche in mente una strategia. Parisi sarebbe piuttosto danneggiato se la presenza di Salvini risultasse troppo ingombrante. A Milano il candidato del centrodestra ha qualche chance in più se esplicita il suo profilo di leader moderato, e quindi se Salvini si defila gli fa più un regalo che un danno.

 

(Pietro Vernizzi)

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
29/04/2016 - Fa un favore al trio Giachetti/Renzi/Boschi (ALBERTO DELLISANTI)

Gentili Dottori Caldarola e Franchi, il Centro Sinistra disse ogni male del Centro Destra al Governo. Fintantoché Berlusca cadde per la sua insufficienza da Premier (bravo solo in politica estera). E adesso? Che ne dicono di Silvio da Arcore? Ma tutto il bene!! Era un moderato, un grande federatore, non si sottometteva agli estremisti... FRANCHI non pensa che Salvini faccia subito casino a Milano per vendicarsi di Berlusconi/Marchini. Ma non si può escludere..!! Come godrebbero di un Salvini berlusconiano-napoleonico!! CALDAROLA: su Meloni sindaco si avventeranno Alemanno e soci..... e Berlusca porterà i moderati romani da Marchini(uhm!). E' vero, invece, che spera di aiutare Giachetti ad andare al ballottaggio. Leggi Caldarola su Gianni Letta, e ti domandi se pure Gianni dà retta alla femme Pascale e al cerchio della Rossi, di Luxuria, ecc ecc. Salvini animale politico ha saputo accettare Parisi e mai lo tradirà. Seppe accettare pure Marchini. Fu contraria la Meloni che non candidava se stessa, e lasciò fare al suo partito. Che però ha ripreso in mano. Salvini è leader indiscusso della Lega. Suo il merito del 15%. Nelle primarie nazionali che vedranno un Marchini (o uno come lui) prevalere nel Centro Destra, sarà felice, insieme a Meloni, della opera di deberlusconizzazione del Centro Destra.