BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Beppe Grillo in Tribunale / Ricorso degli espulsi M5s contro le “comunarie”, candidatura Virginia Raggi a rischio? (oggi, 4 aprile 2016)

Espulsi M5s: udienza a Roma per il ricorso di tre ex-membri grillini contro Grillo e Casaleggio. Avevano chiesto di annullare le comunarie vinte da Virginia Raggi: cosa rischia ora M5s?

Beppe Grillo (Infophoto) Beppe Grillo (Infophoto)

Oggi arriva al Tribunale di Roma l’atto di ricordo dei tre espulsi del M5s che hanno deciso di adire per le vie legali dopo l’espulsione ricevuta da Grillo e dal Movimento per aver chiesto di annullare le comunarie di Roma vinte un mese fa da Virginia Raggi. Alle 11.30 oggi, alla sezione Terza di via Giulio Cesare, è attesa la prima udienza in cui è attesa la decisione cautelare e non di merito del giudice. Quale rischio peggiore per il Movimento 5 Stelle? Dopo l’udienza il Tribunale potrebbe decidere di congelare le comunarie grilline mettendo dunque, conseguentemente, in momentaneo stand by la corsa della Raggi, data oggi come favorita alla poltrona del Campidoglio. ancora peggio potrebbe essere la decisione del giudice di annullare le comunarie M5s, ovviamente tutto cos’ sarebbe davvero compromesso per le Amministrative che sono ad inizio giugno. I tre espulsi - Antonio Caracciolo, Roberto Motta e Paolo Palleschi - chiedono la revoca del “cartellino rosso” mettendo in discussione la base del movimento stesso fondato da Grillo e Casaleggio, ovvero di un blog che può decidere se un membro del partito va cacciato o meno. «La nostra non vuole essere una iniziativa contro il Movimento ma anzi mira a riaffermare con forzi quei principi di legalità, condivisione e correttezza, per amore dei quali io e altri ci siamo iscritti al M5s», annuncia a Adnkronos, Paolo Palleschi, cercando di dissimulare le possibili accuse di voler minare base del partito.

© Riproduzione Riservata.