BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

DIETRO LE QUINTE/ Giornali e nuovi bonus, le "armi" di Renzi per la Partita finale

Pubblicazione:

Matteo Renzi (Infophoto)  Matteo Renzi (Infophoto)

Se si fa una somma delle incertezze e delle difficoltà europee con le paure e l'inconsistenza del vecchio potere italiano, Renzi può affrontare il "grande azzardo" anche se deve affrontare le sue difficoltà.

Il premier non farà nessun passo verso una "coalizione aperta" con il centrodestra. Gli è sufficiente tenere a bada Berlusconi e tutto il resto, mantenendo una grande "zona grigia", una sorta di cuscinetto che ammortizza tutti contraccolpi possibili.

In che cosa consiste allora questo "grande azzardo"? Il problema è che Renzi resti impantanato nei problemi economici italiani, che li aggravi rinviando le soluzioni, che prenda tempo sperando di uscire indenne dagli appuntamenti elettorali.

Nello stesso tempo, il nostro premier sembra indifferente, disattento di fronte ai players internazionali (l'inglese Boris Johnson, lo stesso Donald Trump) che magari al momento cavalcano "temi di anti-politica" per poi stemperarli una volta ottenuto un successo. In tutti i casi, sarà difficile non tenere conto di questi venti che arrivano d'Oltremanica e da Oltreatlantico. Sarebbe interessante dare un'occhiata a un commento di Martin Wolf sul Financial Times.

Che cosa resterebbe dell'Italia di Renzi, dei suoi giochi in Europa di fronte a un terremoto geopolitico di simili dimensioni?



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.