BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

ELEZIONI COMUNALI ROMA 2016 / Fassina e le liste escluse: “sì al ricorso, noi diversi da Giachetti” (oggi, 9 maggio)

Elezioni Comunali Roma 2016, news: Stefano Fassina, escluse le sue liste civiche collegate a Sinistra Italiana e Sel per vizi di forma ed errori nella presentazione delle firme

Stefano Fassina (Infophoto) Stefano Fassina (Infophoto)

ELEZIONI COMUNALI ROMA 2016, NEWS FASSINA: ESCLUSE LE SUE LISTE PER VIZI DI FORMA, “NOI SIAMO DIVERSI DA GIACHETTI“ (ULTIME NOTIZIE OGGI, 9 MAGGIO) - Il caso del giorno riguarda le elezioni comunali Roma 2016: Stefano Fassina si è visto bloccare le liste civiche a lui collegate per la candidatura a sindaco della Capitale, bloccando di fatto la sua campagna elettorale in questi tre giorni. Dopo la conferenza stampa di oggi alle 13, Fassina ha invece rilanciato la sua azione e per tutta la settimana continuerà a svolgere normalmente il ruolo di candidato, confidando in un esito positivo del ricorso fatto al Tar del Lazio sui vizi di forma trovati su molte firme della candidatura. Il candidato di Sel e Sinistra Italiana ha voluto marcare la differenza con gli altri partiti in gioco, motivando l’intera sua discesa in campo per queste elezioni comunali: «Con Giachetti e gli altri ci sono differenze programmatiche molto profonde: questa è la ragione che ci ha spinto e ci spinge ad andare con grande determinazione, in questa città manca un’alternativa a quella agenda liberista che ha gestito la politica cittadina».

ELEZIONI COMUNALI ROMA 2016, NEWS FASSINA: ESCLUSE LE SUE LISTE PER VIZI DI FORMA, “LA CAMPAGNA ELETTORALE VA AVANTI“ (ULTIME NOTIZIE OGGI, 9 MAGGIO) - Uno Stefano Fassina quasi incredulo per la vicenda che sta di nuovo allarmando le elezioni comunali a Roma 2016: dopo l’esclusione delle sue liste civiche collegate a Sel e Sinistra Italiana per vizi di forma ed errori nella presentazione delle firme a sostegno della candidatura (mancherebbero in alcune la data di immissione) Fassina ha parlato a Roma in una conferenza stampa apposta dedicata. «abbiamo chiesto ricorso immediato e siamo abbastanza sicuri che il Tar del Lazio ci darà ragione, ci sono i termini per poter presentare e ottenere il ricorso». Elezioni comunali romane di nuovo in subbuglio per la decisione del comitato elettorale che al momento sospende la possibilità di Fassina di presentarsi candidato sindaco per le Amministrative del 5 giugno prossimo. «Siamo fiduciosi, e intanto noi continuiamo come da agenda la campagna elettorale, sia a livello cittadino che in campo dei municipi. Crediamo che sia molto pericoloso per la democrazia della capitale escludere per questi vizi di forma le nostre liste». Conclusione della conferenza che riafferma il messaggio di giornata da dare a tutta le forze politiche: «abbiamo presentato tutte le firme necessarie, il massimo. Abbiamo fatto ricorso e avrà esito positivo, restiamo inc campo. Ci sono tutte le condizioni per rimanere e le irregolarità insanabili non credo che siano tali».

ELEZIONI COMUNALI ROMA 2016, NEWS FASSINA: ESCLUSE LE SUE LISTE PER VIZI DI FORMA, “RICORSO IMMEDIATO“ (ULTIME NOTIZIE OGGI, 9 MAGGIO) - La notizia è clamorosa a Roma per le comunali 2016 e vede coinvolto Stefano Fassina: notizia di ieri sera quanto le liste a lui collegate Sinistra per Roma e Civica per Fassina, legate a Sel e Sinistra Italiana, sono state escluse dalla corsa per le Amministrative del prossimo 5 giugno per vizi di forma, parrebbe. Le parole immediate di Nicola Fratoianni provano a spiegare le motivazioni: «È un fulmine a ciel sereno so ancora molto poco, ma mi hanno detto che si tratta di vizi di forma, errori formali nella compilazione dei moduli e nelle modalità di certificazione di alcune firme. Ma di più no so». A questo punto Stefano Fassina, candidato sindaco di Roma, dovrà attendere la decisione del Tar dopo il suo ricorso che è arrivato immediato dopo il fragore della notizia clamorosa: a salvare la sua candidatura potrà essere solo la giustizia amministrativa, e nel caso non vada a buon fine anche il Consiglio di Stato in seconda istanza. Sembra che vi siano dei vizi di forma non sanabili, riporta il Messaggero, derivanti da centinaia di firme presentate su moduli privi di data, quindi irricevibili. Infuriato il diretto interessato e per ora ex candidato alle Elezioni Comunali Roma 2016: «abbiamo appreso con stupore che la commissione elettorale ha respinto le nostre liste dalla competizione per Roma. Si tratta di una decisione che, se fosse confermata, altererebbe pesantemente l’esito delle elezioni amministrative nella Capitale. Presentiamo subito ricorso e nelle prossime ore decideremo quali ulteriori iniziative intraprendere». Oggi ci sarà una conferenza stampa alle 13 dove si saprà di più dell’intera situazione ma intanto le Comunali romane vivono un altro, l’ennesimo, colpo di scena.

© Riproduzione Riservata.