BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

BALLOTTAGGI 2016/ Sondaggi, Piepoli: vince chi è in testa, con una incognita…

Pubblicazione:

Infophoto  Infophoto

Impossibile rispondere a una domanda del genere. Le sorprese ci sono sempre e si possono costantemente avere da un momento all'altro. Non ci può essere assolutamente nulla di scontato. Lo ripeto e lo ripeterò sempre. Si possono fare solo dei ragionamenti sulla base di risultati acquisiti e di tendenze che si vedono, che si possono interpretare. Ma poiché non si può dare alcuna anticipazione, possiamo solo dire che i risultati sono tutti da vedere e da aspettare.

 

Cerco di nuovo di interpretarla, Piepoli. Dovrebbero confermarsi quelli che hanno preso più voti nel primo turno: così, verrà dato ciò che spetta a quelli che già hanno. Ma lei stesso non esclude una sorpresa. Allora facciamo un calcolo delle probabilità: dove può non verificarsi questa antica profezia?

Rispondo in questo modo. Se calcolo quattro città, posso dire che si può verificare una sorpresa in un caso su quattro, cioè un venticinque per cento. Ma siamo sempre nel capo delle possibilità. Difficile addentrasi nel campo delle probabilità.

 

Scusi Piepoli, ma lei non pensa che durante questo turno di ballottaggi, che riguarda realtà diverse, ci possano essere anche dei cambiamenti di scelta tra un turno e l'altro?

Mi sembrano difficili. Non dico che siano impossibili, ma sono difficili. Poi ci sono certamente alcuni elettori che non sono andati a votare e magari, rispetto ad alcune notizie degli ultimi giorni, possono decidere di recarsi alle urne. Ecco dove può sorgere un capovolgimento di risultato che sembrava già dettato e determinato dal primo turno.

 

In questo panorama, piuttosto criptico, per dovere di ufficio, lei ritiene che saranno partite tutte aperte, difficili, combattute?

Beh questo penso proprio di sì.

 

(Gianluigi Da Rold) 



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.