BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

DOPO IL VOTO/ Da Parma(lat) a Torino, ecco il segreto del successo di M5s

Pubblicazione:

Infophoto  Infophoto

Da gente cioè che è intelligente, che si è preparata e continua a farlo, e che vorrebbe dire, farsi ascoltare… Ma che non trova da nessuna parte qualcuno che mai li interpelli sul serio e che allora – piuttosto di niente – accetta di farsi convogliare nell'illusione che con il clic sul sito di Grillo o con referendum su referendum potranno finalmente esprimersi. "Perché la gente è stanca,/ è gonfia di rabbia e non è una malattia", cantavano i Negrita in un lontano 1993, e la situazione non mi pare migliorata. 

Per questo credo che il voto sia andato non tanto contro Renzi, ma a favore di qualcuno che si presenta, si dichiara desideroso di chiedere la tua, di permettere a chiunque di esprimersi e di essere ascoltato. Di fare, in qualche modo, comunità. Una comunità che è però terribilmente intellettuale, come tutte le comunità fondate sugli idealismi. Ed è questo che mi preoccupa dell'ottusa reazione che la politica professionale da anni sta avendo: perché i votanti del M5s non sono né rozzi, né ignoranti e non vorrei che questo movimento, con le istanze che porta, continui ad attrarre in un buco nero le menti migliori della generazione degli attuali trenta-cinquantenni per fare poi la fine del Partito d'Azione, spazzato via non appena il gioco si fa duro – proprio perché ultimamente intellettualistico – ma lasciando chi ci ha messo cuore ed energie più strizzato e disilluso di prima.

Mi sembra che prima di pensare a un finto monocameralismo e altre amenità proposte dalla riforma istituzionale, ci sarebbe da preoccuparsi di dare voce a queste voci e ad altre che ancora rimangono escluse. Per quel che vale, io tiferei per il ritorno al proporzionale puro. Ma quale che sia la soluzione, questo voto è stato un terremoto. Non facciamo finta di niente. Ascoltiamoci.

< br/>
© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.