BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

FORZA ITALIA/ Elezioni Napoli 2016, Lista di Berlusconi, preferenze, seggi ed eletti: spoglio in diretta (amministrative, oggi 6 giugno)

Milano, Forza Italia: preferenze alle elezioni amministrative comunali 2016. Gli eletti, i seggi attribuiti al partito di Silvio Berlusconi, che sostiene Gianni Lettieri come Sindaco

Silvio Berlusconi (Infophoto) Silvio Berlusconi (Infophoto)

A Napoli nella Municipalità 1 centro storico la lista di Forza Italia ha ottenuto 2132 voti in totale. Di questi 237 preferenze le ha ottenute Giovanna Mazzone; 173 Alberto Ruffolo; 157 Domenico Addattilo; Ilaria Mele ne ha ottenute 150; Alberto Pierantoni 128; Francesco Salerno 126; Alfonso Pipolo 119; Chiara Botta 117; Federico Manna 104; Iris Savastano 134; Maurizio Tesorone 70; Renato Scutiero 31; Manuela Silvestrini 22; Mara Laudando 19; Giuliana Laino 28; Fabio Giangrasso 39; Deborah Esposito 28; Patrizia Zamparelli 16.

I risultati delle elezioni amministrative comunali di Napoli stanno offrendo un quadro di frammentazione per i voti raccolte dalle liste. Non pare esserci un partito in grado di affermarsi in maniera netta. Al momento, quando sono state scrutinate 648 sezioni su 886, Forza Italia risulta essere il quarto partito, alle spalle della lista civica di De Magistris, del Partito democratico e del Movimento 5 Stelle. Per quel che riguarda le preferenze (quando i dati scrutinati sono relativi a 527 sezioni) nel partito capeggiato da Silvio Berlusconi, Mara Carfagna è in testa, con più di 3.600 voti, pari a circa il 22% delle preferenze complessive di Forza Italia. Più staccato Salvatore Guangi, che supera i 2.400 voti (14,6% delle preferenze). Tra i primi due e il terzo c’è una netta differenza: Stanislao Lanzotti non arriva a 1.500 preferenze (9% del totale). Vicino a lui c’è Umberto Minopoli, quasi a quota 1.400 (8,3%). Chi potrebbe arrivare a quota 1.000 è Armando Coppola. Tutti gli altri candidati sono più indietro. Mancano comunque diverse sezioni all’appello, quindi altri candidati possono sperare di poter vedere balzare in avanti i propri dati di preferenza e sperare quindi di entrare in consiglio comunale tra gli eletti.

© Riproduzione Riservata.