BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCENARIO/ Renzi, le tappe della crisi e il "ritorno" a Berlusconi

Pubblicazione:

Matteo Renzi con Piero Grasso e Sergio Mattarella (LaPresse)  Matteo Renzi con Piero Grasso e Sergio Mattarella (LaPresse)

La "narrazione" di Renzi si è ora interrotta o comunque appare invecchiata. La Boschi che recita la parte della "società civile acqua e sapone" è spesso percepita come un'astuta donna di potere; la Mogherini "generazione Erasmus" contro gli euroburocrati è per molti un commissario Ue che non ha fatto molto per l'Italia e che ora vuol fare carriera all'Onu; i bonus da 80 e 500 euro presentati come taglio delle tasse e rilancio dei consumi sono per i crescenti "gufi" un classico esempio di "helicopter money" con effetto macro pari a zero; Raffaele Cantone come "autorità anticorruzione" è stato smontato dalla Procura di Milano. La questione morale da Berlinguer a Grillo passando per Renzi appare infatti sempre più un concorso di bellezza autogestito dove il concorrente fa anche il giudice e si proclama vincitore in partenza.
Ora per sollecitare il voto a favore della riforma costituzionale Matteo Renzi mette al centro la diminuzione dei senatori: "Se vince il Sì ci saranno meno politici". E' da vedere quanto sia convincente. Se il problema centrale della politica italiana è "far fuori i politici", l'ultimo dei Cinque Stelle può essere più credibile di chi è a capo del più grosso partito politico e da anni è a Palazzo Chigi a capo di una coalizione di partitini e di transfughi.
Se si crede che la politica sia essenzialmente un problema di comunicazione e che la partita si giochi a colpi di twitter alla fine vince la Casaleggio Associati.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  


COMMENTI
11/07/2016 - Sig. Ruggiero la vita non è di m...a (claudia mazzola)

Stamattina nel giardino è spuntato un fiore per me, glielo regalo. Il mondo politico è così, non si arrabbi. Io quando sono di umore nero corro a messa, se vuole ci vada, fa bene!

 
11/07/2016 - italia taroccata (RUGGIERO DAMBRA)

signori e signori voi fate i comodi vostri i partiti fanno e disfano quello giusto o quello che sbagliato chi soffre in questo mondo è sempre la povera gente che non riesce più a capire dove la strada che porta libertà e serenità per vivere questa vita di merda che poi i vinti sono i soliti magnacci di qualsiasi partito le prossime votazioni andranno soli solo i politici e magnacci. VERGOGNA..........DOVUNQUE SIATE.