BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Giunta Raggi/ Roma, diretta streaming video consiglio comunale: le parole della neo sindaca (ultime notizie, oggi 7 luglio 2016)

Giunta Raggi, i nomi dei 10 assessori al Comune di Roma: la squadra M5s presentata domani al primo consiglio comuanel del 7 luglio 2016. Polemiche e mansioni, le ultime notizie di oggi

Virginia Raggi (Foto: LaPresse) Virginia Raggi (Foto: LaPresse)

Quest’oggi si è consumato nel Campidoglio uno storico primo consiglio comunale per la città di Roma nel corso del quale la neo sindaca Virginia Raggi ha reso noto i nomi della Giunta pentastellata a cui viene affidato il compito di far risollevare Roma alle prese con tanti problemi e scandali. Una sorta di laboratorio politico per capire se il M5S sia pronto o meno a guidare lo Stato Italiano. Visibilmente emozionata ma allo stesso tempo molto determinata, Virginia Raggi ha voluto rilanciare il suo impegno politico: “Dopo 8 lunghi mesi di commissariamento Roma torna ad avere un sindaco eletto democraticamente dai propri cittadini ed è soprattutto questa la vittoria di cui dobbiamo, innanzitutto, ritenerci orgogliosi: aver ripristinato la democrazia in una città dove questa era venuta a mancare. Noi, dobbiamo oggi avvicinarci all’importante compito che ci attende con senso del dovere e con umiltà nella piena consapevolezza che ricostruire una città in macerie, come quella che ci hanno lasciato, non sarà certamente facile. Ma ce la possiamo fare. È un obiettivo che il M5s può e vuole raggiungere”.

Nella giornata di presentazione della Giunta di Virginia Raggi al consiglio comunale di Roma, è stato subito eletto a presidente dell’Assemblea Capitolina “mister preferenze” Marcello De Vito, candidato che ha preso una valanga di voti alle scorse Elezioni Comunali 2016 nella Capitale. Proprio De Vito sta dunque conducendo i lavori dell’Assemblea dopo esser stato eletto con la maggioranza delle preferenze, su 49 votanti, ha preso 30 voti favorevoli, 17 schede bianche e 2 nulle. Marco Terranova viene eletto al posto di Daniele Frongia che sarà il prossimo vicesindaco, come consigliere M5s in Assemblea. Per tutti i 48 consiglieri che compongono il Consiglio Comunale tra il Movimento 5 Stelle non ci sono stati motivi di ineleggibilità o incandidabilità, dunque tutto viene confermato come da programma dopo le elezioni vinte al ballottaggio. Attesa ancora per la presentazione ufficiale degli assessori anche se ormai sembrano fatti - come potete leggere qui sotto - al netto del caso di Lo Cicero, all’ultimo “fatto fuori” e con le deleghe dello Sport che andranno al vicesindaco Frongia.

Virginia Raggi è ufficialmente il nuovo sindaco della Città di Roma con l’Assemblea Capitolina per il primo storico consiglio comunale, che ha convalidato all’unanimità la sua elezione e dei 48 consiglieri che compongono l’assise giacché è stato appurato che non sussistono motivi di ineleggibilità o incandidabilità. La Raggi è stata accolta con un lungo applauso alla presenza di tanti giornalisti ed esponenti del Movimento Cinque Stelle. Infatti, nella prima fila dell’Aula Giulio Cesare erano presenti tra gli altri Alessandro Di Battista, Paola Taverna e Rucco Vignaroli. Ad assistere all’ufficializzazione del nuovo Consiglio Comunale di Roma, sono stati presenti anche i genitori di Virginia Raggi, il marito con il piccolo figlio ed i colleghi dello studio presso il quale lavora. Tanta emozione e gioia per un obiettivo conseguito che è stato definito storico dai giornali di tutto il mondo.

Si è inaugurata con un minuto di silenzio per Beau Solomon la prima seduta del Consiglio comunale della Giunta Raggi. Come voluto dal neo sindaco della Capitale Virginia Raggi, l'assemblea che ha aperto i lavori alle 15 di oggi ha ricordato il giovane statunitense morto nel Tevere qualche giorno fa. Prima Virginia Raggi era entrata in aula tra gli applausi. Dopo sono iniziati i lavori della Giunta Raggi con Marcello De Vito presidente che ha fatto l’appello e ha ufficializzato gli incarichi degli assessori. Poi è stato suonato anche l'Inno di Mameli. Tutto questo è trasmesso in diretta live dall’account Facebook del Campidoglio. Virginia Raggi è apparsa sorridente, ha salutato e mandato baci al pubblico e ai familiari. Presenti anche il figlio l'ex marito Andrea Severini che ha detto, come riportato dal Corriere della Sera: "Sono molto contento ed emozionato. Se le ho fatto gli auguri? Certo".

Sta per cominciare il primo consiglio comunale della neo sindaco Virginia Raggi che si presenterà alla città con la giunta al completo, presso la sala Giulio Cesare del Campidoglio: è la prima riunione ufficiale dopo le elezioni Amministrative 2016 e verrà presentata l’intera squadra di assessori del MoVimento 5 Stelle, dopo giorni di discussioni e contrasti interni al movimento fondato da Beppe Grillo. La seduta parte alle 15 tra pochissimi istanti e durerà fino alle 20 per la prima seduta dell’assemblea capitolina: ecco dunque l’ordine del giorno stilato e visibile sul sito del Comune di Roma, dove spicca ovviamente la presentazione della giunta ma non solo. Si presentano il Sindaco Raggi e i tutti i consiglieri eletti, seguita poi dall’elezione del Presidente dell’Assemblea Capitolina. Terzo punti, sarà l’elezione dei due Vice Presidenti del Consiglio Comunale, mentre in seguito avverrà l’elezione dei due consiglieri segretari dell’Assemblea. Quinto punto è il giuramento del Sindaco e comunicazione dei componenti della Giunta Capitolina: da ultimo, verrà eletta la Commissione Elettorale di Roma Capitale. 

A poche ore dal primo consiglio comunale, la giunta di Virginia Raggi, neo-sindaco di Roma, ha subito degli smottamenti inattesi. Fuori l'ex rugbysta Andrea Lo Cicero e l'ex consigliere grillino Enrico Stefano, dentro Linda Meleo come titolare dei Trasporti, con la delega allo sport affidata al vicesindaco Fronda. Come riporta l'Ansa però, uno dei motivi di maggiore curiosità di oggi, dopo l'annuncio dei consiglieri M5S di voler occupare gli scranni di sinistra dell'aula, riguarda la scelta del gruppo consiliare del Pd. Quale sarà la scelta del Partito Democratico romano? I consiglieri eletti sceglieranno di sedersi ugualmente a sinistra, rivendicando dunque la loro posizione storica, condividendo però lo stesso banco della maggioranza pentastellata? Oppure preferiranno spostarsi nell'emisfero destro, accanto alla minoranza di centrodestra, per sottolineare la netta contrapposizione all'amministrazione guidata dalla Raggi? Il conto alla rovescia è iniziato...

Tra poche ore verrà presentata la prima Giunta Raggi durante il Consiglio Comunale al Campidoglio e mancherà un personaggio, forse il già chiacchierato: l’ha presa sportivamente, dato il personaggio, Andrea Lo Cicero, dopo la comunicazione di essere stato escluso dalla squadra M5s degli assessori nella Capitale. Virginia Raggi alla fine ha scelto per evitare polemiche per un personaggio pubblico e televisivo come l’ex rugbista azzurro che si è lasciato andare a qualche frase di troppo sui rom negli scorsi giorni. Lo Cicero l’ha presa abbastanza bene anche se confessa di non aver capito il motivo, e nessuno gliel’ha spiegato: ecco il suo sfogo su Facebook. «Ricoprire la carica di Assessore allo Sport di questa meravigliosa città, lavorare insieme a Virginia e a tutti i cittadini romani al rilancio della nostra Capitale, sarebbe stato un enorme privilegio ed una altrettanto grande responsabilità. Ho appreso con un certo stupore, ieri, della volontà di non dare seguito alla mia nomina già annunciata in precedenza sin dalla campagna elettorale». Chiusura finale con ringraziamento e stile da sportivo al 100%: «come nel rugby ci si mette al servizio della squadra accettando le scelte dell’allenatore, così nella vita è giusto mettersi al servizio del bene più alto, quello della collettività e dei cittadini. Lo sport mi ha insegnato la disciplina, il rigore e l’onestà e non ho intenzione di venir meno ai miei principi. A Virginia ed a tutta la giunta, il più rugbistico degli 'in bocca al lupo».

Nella Giuta Raggi, che oggi alle 15 si riunirà per il primo consiglio comunale di Roma, Daniele Frongia è stato nominato vicesindaco. A volerlo è stata proprio il neo sindaco della Capitale Virginia Raggi, che inizialmente lo aveva nominato capo di gabinetto. Ma subito era scoppiata la polemica politica con la richiesta di verifica di presunta incompatibilità dettata dalla legge Severino che prevede che a coloro che siano stati membri di giunta o consiglio di un comune nell’anno precedente non possano essere conferiti incarichi dirigenziali nelle stesse amministrazioni. Frongia infatti è consigliere capitolino uscente. Su questo la Raggi ha chiesto parere all'Anac, l'Autorità Nazionale Anticorruzione, e il presidente Raffaele Cantone, come riferisce il Corriere della Sera, ha sostenuto che "a norme vigenti l’incarico a Frongia come capo di gabinetto poteva anche essere assegnato" ma "come figura di staff del sindaco, non come dirigente apicale" anche se "quella norma andrebbe rivista".

Il primo consiglio comunale dell'era Virginia Raggi, sindaco di Roma del M5S, avrà inizio alle ore 15 di oggi, ed è grande l'attesa per conoscere la composizione di una Giunta che fino a poche ore fa ha subito rettifiche e modifiche per accontentare tutte (o quasi) le correnti pentastellate capitoline. L'ultimo ingresso nella giunta di Virginia Raggi, secondo L'Huffington Post, dovrebbe essere quello di Linda Meleo, ricercatrice di Uninettuno che dopo avere svolto un dottorato alla Luiss, un saggio sulla "Sostenibilità a Roma" per la Fondazione Italianieuropei istituita da Massimo D'Alema e aver redatto un rapporto Anci sulle "Città mobili" dovrebbe diventare la titolare della delega ai Trasporti del comune romano. Se l'indiscrezione dell'Huffington Post sarà confermata lo scopriremo soltanto dalle 15, quando verrà ufficializzata la lista di assessori che guideranno la città di Roma insieme a Virginia Raggi. 

Commenta i nomi degli assessori della Giunta Raggi, Luigi Di Maio, membro del direttorio del Movimento 5 Stelle. Il neo sindaco della Capitale Virginia Raggi era presente ieri sera al compleanno di Di Maio che ha festeggiato il suo compleanno in un locale sul Lungotevere di Roma. Ed è stata anche l'occasione per parlare della nuova Giunta Raggi. Di Maio, come riporta l'agenzia di stampa Askanews, riguardo agli assessori scelti ha dichiarato: "Sono tutte persone tecnicamente preparate, competenti e che vogliono portare avanti il programma del Movimento 5 stelle sulla Capitale. Io non ho capito perché, quando Marino ci ha messo più tempo nessuno lo ha rincorso, noi ci abbiamo messo meno tempo e sembra che andavate di fretta. Roma è Roma e presentare una Giunta e avviare la macchina amministrativa non è uno scherzo, mi spiace che si sia speculato sul nulla. Virginia Raggi aveva detto che si sarebbe presentata il 7 luglio e così è. Voi applicate il modello degli altri partiti al M5S, più farete scenari da prima Repubblica, più non capirete nulla del Movimento". 

Alla fine la Giunta Raggi che oggi verrà presentata al primo consiglio comunale di Roma dopo le elezioni Amministrative vinte da Virginia Raggi, nuovo sindaco della Capitale, vede una novità dell’ultim’ora: Andrea Lo Cicero, discusso ex rugbista e volto tv, dopo le polemiche per le sue parole sui rom verrà estromesso dal ruolo di assessore allo sport come invece fino a ieri sembrava confermato. Lo rivela il Corriere della Sera che prova ad anticipare quello che avverrà dalle ore 15 di oggi, fino alle 20 ovvero la fine della convocazione al primo consiglio comunale in Campidoglio. Lo Cicero paga appunto le dichiarazioni sicuramente rivedibili sugli zingari, con le quali si è attirato polemiche che evidentemente il Movimento 5 Stelle non voleva portarsi dietro. Ieri se ne è andato prima dalla riunione informale della squadra M5s in giunta: per lui ci sarà un ruolo da testimonial pare, mentre le deleghe dello Sport andranno al vicesindaco Daniele Frongia, invece confermato nonostante il parere negativo di Raffaele Cantone, presidente nazionale dell’Anticorruzione. 

Oggi dai riunisce il primo Consiglio Comunale con la nuova Giunta Raggi che verrà presentata a Roma e a tutta la cittadinanza con i 10 nomi degli assessori che per i prossimi cinque anni governeranno la Capitale dopo il disastro della Giunta Marino. Proprio questa giunta però mantiene “incredibilmente” ancora un piede nella nuova squadra M5s presentata ieri informalmente e oggi ufficialmente davanti al Consiglio con anche le opposizioni alle prime presenze. Infatti il ruolo già discusso e già importante della giunta di Virginia Raggi sarà occupato da Daniela Morgante che ha trovato l’unione del Movimento 6 Stelle dopo che il nuovo sindaco di Roma aveva proposta il suo collaboratore Frangia ma era stato del tutto scartato dal Direttorio M5s (il vero motivo di tutto questo tempo trascorso dopo le elezioni senza la vera squadra di governo e degli assessori). Ebbene, il magistrato della Corte dei Conti torna in Campidoglio solo dopo un anno visto che nella giunta di Ignazio Marino la Morgante rappresentava l’assessore al Bilancio nella contrastatissima squadra Pd. Va detto, l’esperienza nella squadra Marino era stata molto burrascosa per la Morgante che infatti nell’aprile del 2014 si era dimessa per dissidi insanabili con il capogabinetto e il sindaco. ora torna e affronta il ruolo di massima protezione della Raggi che si ritroverà già oggi tutti gli occhi contro e con le opposizioni che non vedranno l’ora del primo errore o mancanza. Alle ore 15.30 dunque oggi ci sarà la presentazione della squadra Raggi, con Morgante al seguito: Durante la prima seduta ci sarà il giuramento del sindaco, che tra l'altro annuncerà i nomi degli assessori della sua giunta, e l'elezione del presidente d'Aula - in pole position per questo ruolo Marcello De Vito, Mr. Preferenze delle amministrative 2016 nella Capitale.

Sarà trasmessa in diretta streaming domani la prima giunta del nuovo sindaco di Roma: nella sala della Protomoteca sarà allestito, infatti, un maxischermo, mentre nelle sale della Piccola Protomoteca e del Carroccio saranno sistemati schermi al plasma. Saranno trasmesse le immagini di quanto accadrà in Aula Giulio Cesare per i cittadini romani e per i giornalisti. L'accesso a Palazzo Senatorio comunque dovrebbe essere possibile seguendo procedure di prefiltraggio. Oggi, invece, si è tenuta la prima riunione informale della giunta guidata da Virginia Raggi. E l'unico a parlare all'uscita è stato Andrea Lo Cicero, assessore in pectore allo Sport: «E' andata benissimo. Io emozionato? Come un bambino». Se ne è andato a metà riunione da una uscita laterale Raffaele Marra, che inizialmente era stato indicato come possibile vice capo di gabinetto. Dopo l'incontro dell'esecutivo capitolino cresce l'attesa per il primo appuntamento ufficiale.

Una grande ressa per la prima riunione della Giunta Raggi, in sede ma per incontro informale di preparazione per il primo Consiglio Comunale: la squadra M5s è riunita con le conferme ancora ufficiose sulle varie competenze che i 10 assessori dovranno svolgere per i prossimi 5 anni. All’ingresso Marcello Minenna, membro di spicco del “dream team”, corteggiato dalla Raggi essendo un dirigente Consob di alto profilo (andrà ad occupare il ruolo di assessore al Bilancio, decisivo per rilanciare Roma dopo i disastri di mafia capitale) si rende conto della grande ressa presente dei cronisti e dichiara, “speriamo bene, ma voi cronisti farete sempre così’?”. In effetti l’attesa è tanta e non solo per noi giornalisti ma per l’intera cittadinanza che ha bisogno di un sindaco e di un nuovo corso, e la “rivoluzione” grillina è attesa al primo banco di prova veramente importante. Virginia Raggi domani si presenterà in Campidoglio per la prima vera tappa di lunghi anni al governo: ma dietro di lei è l’intero Movimento 5 Stelle che viene chiamato alla verifica delle promesse. Riusciranno nell’impresa?

Sono arrivati al Campidoglio gli assessore in pectore della nuova giunta Raggi per il comune di Roma: oggi si anticipa, con la riunione informale, il primo consiglio Comunale di domani dove sarà presentata la vera squadra ufficiale M5s. Al Campidoglio sono dunque arrivati i seguenti personaggi che andranno a comporre, come da noi già anticipato, la giunta di Virginia Raggi per i prossimi 5 anni di governo nella Capitale. Laura Baldassarre (Politiche sociali), Paolo Berdini (Urbanistica), Luca Bergamo (Cultura), Andrea Lo Cicero (Sport), Flavia Marzano (Semplificazione), Paola Muraro (Ambiente) Marcello Minenna (Bilancio e Partecipate) e Adriano Meloni (Sviluppo economico e commercio), conferma anche il sito di Repubblica. Con loro ci sarà anche il discusso Daniele Frongia che invece del ruolo di capogabinetto come inizialmente proponeva la Raggi, verrà affidato il ruolo di vicesindaco, mentre a Enrico Stefano dovrebbero essere affidati i Trasporti. Domani la grande attesa della presentazione con il direttorio del Movimento 5 Stelle al lavoro per limare le ultime difficoltà e dettagli.

Federico Pizzarotti scrive una lettera a Virginia Raggi che è stata impegnata in questi giorni nella formazione della Giunta del Comune di Roma. Il sindaco di Parma, attualmente sospeso dal Movimento 5 Stelle, sceglie il suo profilo Facebook per mandare un messaggio al neo primo cittadino della Capitale. Ed ecco che cosa scrive: "Cara Virginia, ti scrivo con profonda ammirazione per il coraggio con cui ti sei lanciata nell'avventura di salvare la città di Roma, una sfida che mette nelle tue mani non solo la Capitale d’Italia ma anche il destino politico dell’intero Movimento. (...) abbi il coraggio di importi nella scelta degli uomini più adatti, anche se qualcuno cercherà di influenzarti. Non dimenticare mai che l’etica a 5 stelle ci impone di essere prima di tutto al servizio della collettività che ci ha scelto. Prendi i migliori, i più capaci e i più esperti. Valuta tutto, anche il loro passato senza pregiudizi e chiediti se sotto la tua guida e i tuoi valori possano essere un valore aggiunto per la tua città. La risposta la sai solo tu. Affiancali con persone di cui ti fidi ma non privarti delle competenze che ti servono. (...) Coraggio, siamo tutti con te e nessuno puoi capirti meglio di chi da quel vortice ci è già passato. Se dovesse servirti un consiglio, un supporto, o anche solo una parola di sostegno, l’esperienza di Parma e le persone che l’hanno costruita sono a disposizione. Buon lavoro". (clicca qui per leggere tutto)

Ulteriore schiaffo del M5s al Pd: la nuova giunta Raggi oggi si riunisce a livello informale una prima riunione della squadra a 5 Stelle del nuovo sindaco di Roma, Virginia Raggi, mentre domani il primo Consiglio Comunale si riunirà con una novità. I consiglieri comunali M5s hanno deciso di sedersi nei posti e scranni a sinistra: «in Aula Giulio Cesare abbiano deciso di sederci nella parte sinistra, gli altri 19 si posizioneranno dove riterranno più opportuno, è una loro scelta», dice il consigliere Enrico Stefano, «del resto due sono i lati, o destra o sinistra. Far fare una terzo lato non ci sembra il caso visto che per terra e al centro non potevamo», conclude il consigliere raggiunto dalla Repubblica. E così la storia sede dei posti per Pd e precedenti partiti della sinistra viene “sfrattata” dalla nuova ondata di politica nella capitale, orientata a 5 Stelle. Anche questo ambito formale, del resto, rappresenta al meglio questo particolare e bizzarro periodo storico-politico.

Oggi si tiene la prima riunione informale della squadra M5s per la nuova Giunta Raggi: gli assessori che dovranno amministrare Roma Capitale nei prossimi 5 anni, si ritrovano finalmente dopo una convulsa fase di scelta, con braccio di ferro tra il sindaco Virginia Raggi e il direttorio a 5 Stelle che sembra abbia voluto imporre la propria linea sui nomi “giusti”. Pubblicamente però i membri importanti del direttorio stanno blindando la vincitrice delle ultime Comunali a Roma: Carla Ruocco su Twitter dichiara spavalda, “A Roma la giunta Raggi è pronta e il M5s è già al lavoro”, mentre più lungo il commento di Luigi Di Maio che intervistato dai cronisti alla Camera dei Deputati ha affermato «quello che state leggendo sui giornali in questi giorni è falso, dal gossip su Roma alle telefonate, alle beghe interne, invenzioni anche sui litigi con Grillo. La giunta si è chiusa nelle ultime 48 ore, è forti ha le mani libere e sposa il progetto di governo del Movimento 5 Stelle. Lavorerà negli interessi dei cittadini». Oggi si attendono le prime conferme sui nomi che vi abbiamo inserito qui sotto, dopo la riunione informale che anticipa di fatto il primo consiglio comunali di domani.

Finalmente dopo quasi un mese è pronta la Giunta di Virginia Raggi, la squadra dei 10 assessori stilata nelle ultime 48 ore e che andranno a comporre la Giunta Comunale nel primo Consiglio in atto domani 7 luglio 2016. Un cammino irto e difficile per la nuova sindaco di Roma che dopo aver trionfato alle elezioni Amministrative si è scontrata subito con le grandi difficoltò che quella complessa poltrona presuppongono in chiunque vi si sieda. Ma questa volta non c’entrano Mafia Capitale né indagini particolari, ma una pura e semplice (e lunga) bega interna al Movimento 5 Stelle. Da questo punto di vista i grillini si sono calati perfettamente nella parte e in una lotta tra correnti hanno rappresentanti un vero e proprio partito romano: Virginia Raggi si è vista bocciare quei tutti i primi nomi dal Direttorio M5s con Di Maio e Grillo che hanno dovuto mediare lo scontro della pasionaria romana Roberta Lombardi proprio contro la neosindaco al Campidoglio. Sono dunque nove assessorati più uno “a tempo” come aveva già anticipato Di Maio prima del ballottaggio in diretta tv. «Avevamo previsto che sarebbero stati tutti contro Virginia e la sua Giunta. Ma siamo un gruppo compatto e forte. Siamo una comunità. Per quanto provino a farci apparire come gli altri, ogni volta la loro disinformazione gli si rivolta contro come un boomerang», ha cercato di mediare Luigi Di Maio ma non riuscendo fino in fondo spegnare il fuoco completamente.

Comunque, ora il dato attuale parla di una riunione prevista per oggi pomeriggio con tutta la nuova Giunta Raggi che anticipa di 24 ore l’annuncio ufficiale che verrà fatto domani durante il primo Consiglio Comunale a Roma dopo le Elezioni. Vediamo, grazie alle indiscrezioni raccolte in questi giorni e agli ultimi dati forniti da Huffington Post, chi sono i dieci nomi della squadra M5s per gli assessorati a Roma: Daniele Frangia sarà l’assessore alle Partecipate e vicesindaco politico, mentre la discussa figura di capo gabinetto andrà a Daniela Morgante. Marcello Minenna, uomo di fiducia della Raggi, andrà al Bilancio. Assessore dei Trasporti sarò Enrico Stefano, ex consigliere M5s, mentre allo Sviluppo Economico dovrebbe essere Adriano Meloni l’uomo giusto per il Direttorio. Paolo Berdini all’Urbanistica, nonostante le parole contro il nuovo stadio della Roma, mentre Andrea Lo Cicero, ex rugbista e volto tv su Real Time, sarà l’assessore allo Sport. Luca Bergamo alla Cultura, Paola Muraro all’Ambiente e Flavia Marzano alla Semplificazione Smart City sono gli ultimi nomi che completano la lista degli assessori M5s, assieme a Laura Baldassarre che andrà al Sociale. I nomi verranno confermati già in giornata? 

© Riproduzione Riservata.