BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

REFERENDUM COSTITUZIONALE / News, Rossi: ponte tra Renzi e minoranza Pd. Mossa da Congresso? (Oggi, 24 agosto 2016)

Referendum Costituzionale, news e ultime notizie sulla situazione politica: riforme Renzi-Boschi, Enrico Rossi prova il ponte con la minoranza Pd. Manca la discussione sui temi

Matteo Renzi (Foto: LaPresse) Matteo Renzi (Foto: LaPresse)

REFERENDUM COSTITUZIONALE NEWS, ENRICO ROSSI “RAVVEDIMENTO RENZI POSITIVO” (ULTIME NOTIZIE OGGI, 24 AGOSTO 2016) - Referendum costituzionale, è sempre tempo di campagna con il voto che segna i tempi e il calendario della politica italiana. Competenze Stato-Regioni, modalità referendum, elezione presidente della Repubblica e ancora, abolizione Cnel e quant’altro sono i temi base della battaglia referendaria. Il problema è che ben in pochi stanno trattando questo argomento, il vero fulcro delle riforme Renzi-Boschi, mentre ci si sofferma sui contenuti a lato, dalle alleanze politiche, ai “ricatti” sul sostegno al Sì fino alla personalizzione sulla persona di Renzi - voluta erroneamente sia dal premier che dalle opposizioni. E così uno dei referendum chiave della politica italiana presente e futura si “trasforma” in un ponte verso i prossimi importanti mesi politici: andrebbe letto così il messaggio lanciato da Enrico Rossi, presidente della Regione Toscana, al proprio segretario e presidente del Consiglio. In attesa di sfidarlo al Congresso del Pd - che potrebbe arrivare quanto prima se vincesse il No al referendum costituzionale - Rossi prova a far da ponte all’ala renziana con la minoranza anti-Renzi. «Quello di Renzi è un ravvedimento operoso. Al referendum costituzionale il no può vincere. La riforma credo che abbia anche aspetti positivi, ora come passaggio successivo a mio parere dobbiamo avere una discussione di merito seria», spiega a Radio Radicale il presidente toscano. Nel tentativo di raccogliere consensi tra le due ali del Partito: «Lo schieramento del no solleva problemi seri sui quali, come mi ostino a dire, si può intervenire e anche dopo un esito positivo del referendum. Se l'esito sarà positivo ci saranno da fare regolamenti, leggi attuative. Sarebbe importante, se noi vogliamo conquistare consensi, aprire alle ragioni del No, alle critiche che vengono fatte». Ma ancora una volta “manca” il nerbo di tutta la discussione: questa “discussione” seria dei contenuti quando avverrà? (Niccolò Magnani)

© Riproduzione Riservata.
COMMENTI
24/08/2016 - arrivano alla spicciolata (RUGGIERO DAMBRA)

e'il turno di Rossi la dovete smettere di rubare i voti alla povera gente in campagna elettorale faccio questo faccio quello e poi fate quello di rovinare la base della democrazia lei Rossi prima di diventare governatore della Toscana era per il SI AL REFERENDUM COSTITUZIONALE.perche' a cambiato?ora non serve piu Renzi ora la poltrona ce la la sua famiglia lai sistemata,alla faccia di quella gente che ti a votata lei e tutta la minoranza della sinistra del PD siete delle merde ci vediamo al Congresso del PD E VEDREMO DELLE BELLE CAROGNE