BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Politica

RETROSCENA/ Così l'Ue ha usato i migranti per isolare Renzi e l'Italia

Matteo Renzi (LaPresse)Matteo Renzi (LaPresse)

La Merkel ha fatto marcia indietro rimangiandosi il "Ce la faremo" e ha sposato l'idea di mettere platealmente in scena nel vertice slovacco un umiliante isolamento dell'Italia sul tema dell'immigrazione. Isolare e schiaffeggiare l'Italia sembra essere per gli altri leader europei il modo migliore per contenere i rispettivi movimenti xenofobi. 

Comunque anche quando Matteo Renzi sembra in caduta libera è sempre appeso a una corda elastica che gli evita l'impatto fatale. E la "corda elastica" è l'impraticabilità di alternative al suo governo dato lo stato di crisi delle opposizioni che ha sulla destra e sulla sinistra: due conglomerati a leadership carismatica che fanno capo, entrambi, a due aziende familiari in difficoltà.

Da Roma il M5S evidenzia due dati. La vicenda delle Olimpiadi mostra che il M5s di fronte al pericolo di un "fare sporco" non è capace di garantire un "fare pulito", ma la sua alternativa è il "non fare". In più a decidere e a selezionare gli amministratori nella capitale (con buona pace dello streaming, della trasparenza, della democrazia assembleare) non è il sindaco eletto, ma la Casaleggio Associati, un'azienda ereditata da chi non ha le capacità del fondatore, che è in difficoltà finanziarie e che ha grande bisogno di soldi.

Sulla destra Matteo Renzi ha un Berlusconi che da anni continua a cambiare nome e vertice del suo partito e ora pratica lo stop and go su Parisi. Non a caso per il lancio della campagna referendaria Matteo Renzi ha scelto il faccia a faccia con Marco Travaglio in cui evidenzia come campione del No la sinistra più "forcaiola". Un'iniziativa che — perdurando il disordine in FI e tra FI e gli alleati — ripropone, con possibilità di successo, la penetrazione nell'elettorato di centro destra come già accadde nel 2014.

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
25/09/2016 - Luci e ombre (ALBERTO DELLISANTI)

All'UE, Renzi "sembra un aviatore che mentre perde quota minaccia bombardamenti". Giusto! Per Bratislava, Renzi ha rivendicato la sua "autonomia" dal "capoccia" Merkel, saltando la conferenza stampa finale. (...Che gran favore reso a Merkel che ha così tacitato le proteste dei Paesi dell'Est post Ventotene). Ma Finetti si chiede (giustissimo) perchè (sul piano dei fatti che contano) Renzi a Bratislava non ha posto il veto al documento sull'immigrazione. Scandaloso! Si limitava a parlare di Turchia (il bastione per sigillare l'Europa di Centro-Est). Zitti sull'Africa (dalla quale si lascia che una inumana diaspora dilaghi in Italia). Questi sono i fatti in cui Renzi manca. Perchè è organico al Potere che lo ha insediato a Roma (via Napolitano). "La corda elastica" che salva sempre Renzi dallo schiantarsi, dr Finetti, non è solo lo schieramento italiano bloccato a centrodestra da Berlusconi. (In quanto al M5S è invece una speranza - anche se non una certezza - di futuro ricambio rispetto al PD/cerchio magico). Salva comunque Renzi, il fatto stesso che a Berlino, Bruxelles, e alla Casa Bianca, se lo tengono stretto. E' il loro incaricato a Roma. Lo lasciano in libera uscita a cannoneggiare l'UE, purchè incanti gli italiani facendo vincere il SI' al Referendum. Poi tutto sarà come prima. Ma vi ricordate che potevamo aver un italiano alla Presidenza dell'UE, invece del polacco Tusk? Non avvenne, per il veto di Renzi. Voleva solo sé stesso (e la Mogherini!).

 
25/09/2016 - L'Italia sguattera della ue ? (delfini paolo)

Più assecondiamo Berlino, Parigi e Londra e più ci trattano come zerbini, il mondo politico Italiano dominante (pd-ncd-fi-sc-sel-5stelle)non vuole riconoscerlo.