BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Politica

EMILIO CARELLI PREMIER? “A DISPOSIZIONE DI M5S”/ Le mosse per il Governo con la Lega: Giorgetti l’alternativa

Emilio Carelli, chi è il possibile premier. Il giornalista berlusconiano che mette d'accordo M5s e Lega: ha scalato i pentastellati ed è un ponte con Forza Italia. Le ultime notizie

Emilio Carelli, chi è il possibile premierEmilio Carelli, chi è il possibile premier

Non solo M5s e Lega, ma anche Berlusconi e forse Meloni: Carelli potrebbe essere quella figura che davvero, dopo quasi tre mesi di trattative, potrebbe assumere il ruolo a metà tra l’esecutore del contratto e il garante della tenuta tra i maggiori azionisti di Governo. Dopo le prime notizie che si erano diffuse questa mattina che riportavano una totale “indisponibilità” del giornalista ex Tg5 e Sky Tg24, l’Ansa ha voluto contattare Carelli per una conferma e qui la novità: «no comment», in un primo momento, ma poi dopo l’insistenza del collega spiega che non è assolutamente vera la sua “non disponibilità, anzi «come ho già detto sono e resto a disposizione del Movimento». Con Carelli di nuovo in pole position, l’accordo con la Lega che questa sera dovrebbe stipularsi definitivamente (qui tutti i dettagli) potrebbe davvero prendere quota: da fonti vicine alla Lega, una finestra rimane ancora aperta per Giancarlo Giorgetti, alternativa autentica a Carelli o un altro membro 5 Stelle per la poltrona di Palazzo Chigi. Le percentuali sono ben più basse, anche perché in quel caso il Viminale potrebbe non passare al Carroccio come richiesto, ma non sono azzerate: resta l’indiscrezione del Giornale, a firma Scafuri, che farebbe risalire di nuovo tutto a Di Maio come nome ultimo e primo, in un eterno ritorno degli eventi (politici), «Il numero due leghista Giorgetti o i fedelissimi Bonafede, Fraccaro, Spadafora? Meglio Carelli, magari: si sfogliano identikit, ma «ogni nome che esce è bruciato», spiegava Di Maio che ora davvero accarezza l'idea di spuntarla col proprio, di nome».

IL GIORNALISTA CHE METTE D’ACCORDO TUTTI?

Tra i candidati premier del governo M5s-Lega c'è Emilio Carelli, che dal canto suo si è detto disponibile per il MoVimento 5 Stelle e il suo capo politico Luigi Di Maio. Si tratta di un profilo autonomo ma non eccessivamente ingombrante. L'ex direttore di SkyTg24, che ha affiancato Di Maio nella fase post voto, è il principale indiziato per la carica di presidente del Consiglio. Era entrato nel toto-nomi per la presidenza della Camera, ora lo è per la carica di premier. Da M5s e Lega filtra consenso sul nome del giornalista, la cui provenienza professionale dal Tg5 costituirebbe anche un segnale in direzione di Arcore, soprattutto se Giancarlo Giorgetti venisse scelto come sottosegretario. Presentato solitamente come ex direttore di SkyTg24, Emilio Carelli vanta invece un passato importante in Fininvest, visto che dal 1980 al 2003 ha lavorato per tutte le sue reti. Carelli è stato dunque a lungo uno degli uomini delle aziende televisive di Silvio Berlusconi.

EMILIO CARELLI, UN UOMO MEDIASET

Emilio Carelli potrebbe essere un candidato premier gradito a Silvio Berlusconi. A lasciarlo immaginare è il curriculum del giornalista, conosciuto molto bene dall'ex Cav. Carelli dal 1986 al 1992 ha condotto con Cesara Buonamici la rubrica settimanale di politica “Parlamento in”, trasmessa su Canale 5 e Rete 4. Nel 1991 è stato vicedirettore di Studio Aperto, mentre nel 1992 è stato uno dei fondatori del Tg5, il telegiornale della rete ammiraglia di cui è stato vicedirettore e conduttore fino al 2000, anno in cui la direzione è passata ad Enrico Mentana. In seguito Carelli è stato vicedirettore di TgCom, nel 2003 è poi passato alla direzione di SkyTg24. Oltre alla carriera giornalistica e ora politica, Carelli è stato anche docente di Teoria e tecniche dell'informazione online presso la facoltà di Lettere della Cattolica di Milano. Inoltre, è vicepresidente della fondazione Italia USA e di Confindustria Radio TV.

DAL GIORNALISMO ALLA POLITICA

Nato a Crema il 21 maggio 1952, Emilio Carelli si è laueato nel 1975 n Lettere Moderne all'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, completando il suo percorso formativo negli Stati Uniti prima di intraprendere la carriera di giornalista. Recente è stata invece la decisione di scendere in campo in politica tra le fila del MoVimento 5 Stelle: è stato eletto alla Camera dei Deputati alle elezioni del 4 marzo 2018 dopo aver vinto nel collegio uninominale di Roma-Fiumicino con il 32,32% dei voti. È stato uno dei candidati vip, una figura di spessore che ha sposato la causa pentastellata inaugurando il nuovo corso M5s che ha puntato molto su nomi con grandi competenze. Nell'immediato post voto è stato tra i nomi caldi per la presidenza della Camera, poi hanno parlato di Carelli come papabile ministro, ma ora è invece in corsa per Palazzo Chigi. Quella di Carelli è una figura che potrebbe dare tranquillità anche al Colle.

© Riproduzione Riservata.