BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

EVENTI/ Tutti a Roma per raccontare la (perché non il?) fine del mondo

Pubblicazione:

Foto: Ansa  Foto: Ansa

La scienza, almeno quella che più appare nella comunicazione pubblica, lancia spesso messaggi contrastanti. Così, mentre da un lato troviamo segnali di nuove entusiasmanti possibilità di prolungare la nostra vita individuale in una corsa verso l’immortalità, dall’altro ecco delinearsi il quadro di una catastrofe cosmica finale che, secondo alcune analisi scientifiche, sembrerebbe più vicina di quanto si pensasse.

E proprio a partire da quest’ultima suggestione è stato impostato il Festival delle Scienze di Roma 2011, che inizierà domani e vedrà sfilare all’Auditorium Parco della Musica grandi nomi della ricerca scientifica italiana e internazionale (ma anche letterati, filosofi e storici) per affrontare il tema dalla prospettiva della scienza più avanzata e cercar di “capire che cosa sappiamo davvero del tramonto finale che ci attende”.

Non si tratterà di fantascienza, anche se in certe speculazioni il confine è difficilmente rispettato, ma proprio di discipline scientifiche che inevitabilmente vanno a toccare il tema del futuro e della possibile fine. È inevitabile infatti che cosmologia, geologia e biologia, avendo nel “tempo” un loro parametro fondamentale, si occupino di tutto quello che è accaduto e potrà accadere nello svolgersi progressivo e continuativo dei giorni, dei secoli, dei millenni e degli eoni (insiemi di ere).



  PAG. SUCC. >