BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

OVERLAND/ Un ingegnere all’avventura: esploro il mondo per riparare le strade

Pubblicazione:

overlandR375_21ott09.jpg

 

Più della metà della popolazione mondiale vive in territori rurali, collegati da sistemi stradali inadeguati; si stima che il 30% degli abitanti del Pianeta si trovi spesso in situazioni di isolamento o di grave difficoltà di collegamenti e comunicazioni. Ecco allora l’importanza di un tema come quello delle reti stradali rurali, sul quale è stata recentemente avviata un’interessante collaborazione tra il Politecnico di Milano e Overland, l’iniziativa di spedizioni in tutto il mondo ideata da Beppe Tenti e conosciuta attraverso una serie di documentari televisivi trasmessa su Raiuno per oltre 60 puntate.

La pianificazione e gestione delle strade rurali è un problema fondamentale nei Paesi in via di sviluppo dove la rete minore rappresenta di fatto l’unico possibile accesso ai servizi primari ma, proprio a causa della maggiore vulnerabilità ed estensione, presenta spesso costi di manutenzione rilevanti. Il tema delle Rural Roads coinvolge un insieme di questioni di tipo sociale e culturale: come quello dei i cambiamenti degli assetti economici in assenza di una rete stradale locale; o il carico dei disagi che affronta chi è costretto a percorrere in tutte le stagioni dell’anno strade in terra battuta. C’è poi il ruolo delle tecnologie, che possono dare un notevole contributo: migliorando, ad esempio, il comfort di guida dei conducenti di veicoli merci nelle lunghe percorrenze; o realizzando modelli di strade all-season, cioè percorribili tutto l’anno.

È in questa prospettiva che si muove la collaborazione tra il team di Overland e il Politecnico, che porterà all’iniziativa congiunta di una spedizione internazionale per scopi scientifici in Australia. A questo sta lavorando il professor Maurizio Crispino, responsabile del Gruppo Strade del Dipartimento di Ingegneria Idraulica, Ambientale, Infrastrutture Viarie, Rilevamento dell’Ateneo milanese, che ci descrive con entusiasmo l’iniziativa «che ha già raccolto anche l’interesse di altri gruppi, in primo luogo quello di Geomatica diretto del professor Fernando Sansò; ma anche il gruppo di meccanica del professor Federico Cheli per gli aspetti legati alle caratteristiche dei veicoli».

 

CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO, CLICCA SUL NUMERO "2" QUI SOTTO



  PAG. SUCC. >