BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

ISCHIA/ L’esperto: il perché di una frana inevitabile sull’isola degli abusi

Pubblicazione:

franaxR375_10nov09.jpg

 

A ridosso della tragedia occorsa a Ischia, dove un costone di montagna è franato travolgendo decine di automobili, uccidendo una ragazzina di 15 anni e ferendo 20 persone, il professor Alessandro Guerricchio non nasconde la propria rabbia nei confronti della diffusa edilizia abusiva che da anni incide sull’ambiente

 

Professor Guerricchio, il disastro di Ischia si poteva evitare? Le cause sono geologiche o ambientalli?

 

Ischia, e in realtà tutta la zona circostante, è un’area particolarmente a rischio soprattutto oggi dopo che, in maniera assolutamente sconsiderata, è stato costruito in ogni dove fino a rendere quasi difficile individuare degli affioramenti rocciosi. Le costruzioni che sono state realizzate, lo si può tranquillamente vedere anche da Google Earth, danno un’idea di come questo territorio sia stato assolutamente devastato e di come sia stato considerato minimamente l’aspetto franologico che è quello che devasterà, lo sta già facendo, entro qualche decennio gran parte del nostro territorio.

 

In poche parole il problema è lo stesso verificatosi a Messina poche settimane fa, ossia le costruzioni abusive?

 

Il problema è non pensare al nostro Paese che ha una vocazione estrema alla grande franosità, alle frane di grandi dimensioni che porteranno via interi caseggiati se non addirittura quartieri. In sostanza questi effetti sono esito dell’abusivismo sconsiderato in concomitanza delle attuali variazioni climatiche, sia quelle connesse all’effetto serra sia, ne parlò a suo tempo il grande studioso Bruckner, di quelle legate alle grandi ere geologiche, in particolare al Pleistocene.

 

Può spiegare meglio queste problematiche sotto l’aspetto geologico?

 

CONTINUA A LEGGERE L'INTERVISTA, CLICCA SUL SIMBOLO ">>" QUI SOTTO



  PAG. SUCC. >


COMMENTI
11/11/2009 - Un modesto suggerimento (Adriano Sala)

Il professor Guerricchio è veramente grande! Si è espresso in modo colorito, ma chiaro, diretto e con grande autorevolezza. Ce ne fossero di uomini così! Un solo e modesto suggerimento, se volete anche "divertente". Provate ad analizzare il nome di certe zone franose e dal nome scoprirete che i nostri nonni avevano già capito che da certe zone era meglio stare alla larga. Sfortunatamente al giorno d'oggi l'esperienza ancestrale non è più una virtù e i risultati si vedono. Adriano