BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

ENERGIA/ Nel futuro non c'è benzina: così si muove l'auto di domani

Pubblicazione:

autoelettricaR375_04nov09.jpg

 

I sistemi di accumulo energetici rappresentano una tecnologia chiave per lo sviluppo dei veicoli del futuro, siano essi ibridi con motori a combustione interna, elettrici a batteria o, in una prospettiva più lontana, ibridi con idrogeno come combustibile.

I sistemi di accumulo si possono classificare in base al tipo di energia accumulata, che può essere: meccanica, termica, elettromagnetica o elettrostatica, chimica. Tipici accumuli di energia, nel caso degli autoveicoli, sono i combustibili, mentre tipici accumuli di potenza nei circuiti elettrici sono i condensatori e i magneti.

Tre sono le categorie principali di accumulo di energia elettrica: batterie, volani e supercondensatori, con caratteristiche differenti in termini di energia e potenza specifica. Le batterie hanno infatti elevati valori di energia ma prestazioni ridotte in potenza. Invece i supercondensatori danno energia specifica minore ma valori più elevati di potenza. I volani presentano caratteristiche intermedie, ma hanno il limite di una ridotta modularità e finora sono stati sviluppati ciascuno per specifiche applicazioni.

I sistemi di accumulo di energia elettrica più comuni sono quindi le batterie - che possono essere al piombo, alcaline, al sodio-cloruri metallici o al litio-polimeri – e i supercondensatori.

Proprio questi ultimi due tipi di soluzioni hanno valso all’Enea il riconoscimento del Premio H2Roma 2009, assegnato durante la manifestazione romana dedicata alla Mobilità Sostenibile che propone a un vasto pubblico le tappe principali di un percorso verso il traguardo delle “zero emissioni”. L’Enea è stata premiata per le sue attività sui sistemi di accumulo elettrochimico, attività condotte nell’ambito di progetti nazionali, ma soprattutto europei in collaborazione con strutture di ricerca e aziende di rilevanza internazionale. Il contributo dell’Enea riguarda sia lo sviluppo di materiali e componenti innovativi, in grado di aumentare le prestazioni energetiche dei sistemi di accumulo e di ridurre il loro impatto ambientale, sia la caratterizzazione di sistemi di tipo avanzato e il loro impiego su veicoli prototipo.

 

CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO, CLICCA SUL SIMBOLO ">>" QUI SOTTO



  PAG. SUCC. >