BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

CLIMA/ Riscaldamento o inganno globale? Quando la scienza rinuncia all’obiettività

Pubblicazione:

ghiaccioliR375_11dic09.jpg

Ecco il perché dell’importanza delle ricostruzioni con dati proxy, come i carotaggi in Antartico, e i famigerati tree ring, che si basano sulla misurazione degli anelli di accrescimento degli alberi. Da qui seguono per tutti gli anni ’90 e gli anni 2000 diverse ricostruzioni che indicano come il riscaldamento attuale sia non paragonabile a precedenti rialzi termici, come il famoso optimum medievale, fino ad allora considerato decisamente più caldo dei nostri giorni. Dove sta l’inghippo, quindi? Ad una lettura delle e-mail e dei dati, appare che la correlazione fra densità degli anelli e trend delle temperature non regge per le decadi più recenti (dagli anni ’60 in poi). I primi indicano un trend di forte diminuzione, mentre le seconde dicono il contrario. È infatti evidente l’indiscutibile aumento termico cui la nostra atmosfera è soggetta, fin dai primi anni del XX secolo. La questione è ormai ben nota, e viene definita come “problema della divergenza”. Il punto è che, come poi verrà ammesso in studi successivi, se i tree ring non sono affidabili nel tempo recente, potrebbero non esserlo nel passato. Ma al momento sembrava troppo scomodo l’ammettere un’incongruenza che sarebbe andata a danno della grande tesi. Per cui si decise di omettere i dati post anni ’60, sostituendoli con i rilevamenti termometrici e passando il trucco sotto silenzio.

Di per sé, questa scoperta non può essere addotta (come molti scettici dell’AGW tenderebbero a fare) per negare un possibile e determinante ruolo umano nel riscaldamento globale. Vi sono non solo altri proxy che rilevano un intenso GW se paragonato ai secoli scorsi, ma vi è anche tutto l’aspetto legato alle previsioni dei modelli a scala globale (GCM), che danno risultati consistenti sul peso dell’azione umana nel processo di riscaldamento. Tuttavia, a mio avviso, il problema rimane tutt’ora parzialmente irrisolto, perché nessuna di queste ipotesi può essere portata come certezza inoppugnabile a dimostrazione dell’AGW.

 

CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO, CLICCA SUL SIMBOLO ">>" QUI SOTTO



< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >