BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

COPENAGHEN/ Come finirà la corsa a ostacoli per salvare il pianeta?

Pubblicazione:

copenclimaR375_14dic09.jpg

 

In queste sedi vengono presentate le più recenti conoscenze scientifiche, alla base della comprensione del cambiamento climatico e del suo indirizzo. In particolare alcuni lavori meritano di essere studiati per la portata degli esiti emersi: le ricerche sui sistemi di monitoraggio delle variabili climatiche (Wmo, Esa, Eea), lo studio sul cambiamento climatico e la sicurezza alimentare (Fao), il documento sul ruolo del finanziamento proveniente dal settore privato per la transizione ad una low-carbon economy (Unep), il rapporto sulla gestione dell’acqua di falda sotto la pressione dei cambiamenti climatici (Unesco), il piano di adattamento ai cambiamenti climatici della Francia, il programma Avoid volto a prevenire gli impatti più devastanti (Met Office Hadley Centre) e, infine, i molteplici programmi di mitigazione definiti da centinaia di città sparse in tutto il mondo (Iclei, World Mayors Cuncil on Climate Change).

A questo proposito è utile ricordare un dato e un impegno. L’area metropolitana della capitale danese è abitata da oltre un milione di persone, delle quali più di un terzo si reca al posto di lavoro o a scuola in bicicletta. Con un piano concreto di azioni di mitigazione nel settore energetico, industriale e dei trasporti, Copenhagen ha annunciato che mira ad essere la prima capitale al mondo carbon neutral. È un segnale di speranza anche questa è “Hope-nhagen”.

 



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.