BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

CLIMA/ Giuliacci: ecco perché non ha senso parlare solo di CO2

Pubblicazione:

mondosprayR375_22apr09.jpg

 

Mi ha colpito favorevolmente il commento di Folco Quilici a riguardo di questa situazione. Egli fa notare come ci si preoccupi di un problema legato a previsioni lontane cento anni e si trascuri quello che di grave sta accadendo ora in campo ambientale. Si accusa la CO2 di essere la causa di tutti i mali ma a tal proposito porto un dato interessante. Negli ultimi 150 anni la temperatura è salita certamente anche a causa della CO2. Tra il 1915 e il 1945 la temperatura media è salita di 4 decimi di grado, ma l’uomo non poteva esserne il responsabile. Dal 1980 ad oggi la temperatura media è salita di 5 decimi di grado.

 

Siamo certi che quest’ultimo aumento sia dovuto solo alla CO2 visto che i 4 decimi del periodo precedente non lo potevano essere?

 

Nessuno fa notare questo dato. Fin quando non sapremo con certezza in che misura la CO2, che è una delle cause del riscaldamento globale, contribuisca a questo fenomeno rischiamo di prendere contromisure che costeranno enormemente all’economia mondiale. A maggior ragione all’Italia che non possiede centrali nucleari e quindi si vede costretta ad utilizzare petrolio. Bisognerebbe dunque stabilire con ragionevole certezza in che misura la CO2 è responsabile. Dare tutta la colpa alla CO2 cosi come non darne nessuna a mio parere è una visione un po’ integralista.

 

Associazioni ambientaliste e capi di stato come il francese Sarkozy parlano apertamente di fallimento del vertice. Alcuni stati africani addirittura parlano di condanna. È d’accordo?

 

CONTINUA A LEGGERE L'INTERVISTA, CLICCA SUL SIMBOLO ">>" QUI SOTTO



< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >


COMMENTI
21/12/2009 - Ha ragione V.E.Parsi (attilio sangiani)

occorre sostenere la ricerca di tecniche sempre più raffinate ed economiche per sostituire gli idrocarbuari come fonte principale di energia. Non tanto per aderire alla ipotesi non dimostrata e probabilmente falsa relativa alla CO2 causa principale del riscaldamento globale. Ma perchè gli idrocarburi sono in esaurimento,maldistribuiti geograficamente ( purtroppo in mani inaffidabili,come i paesi arabo-mussulmani)e causa di dipendenza anche politica per l'Europa e l'Italia in particolare. Se questo sarà la conseguenza di Copenhavn,cioè la intensificazione della ricerca,non sarà un fallimento ma un grande insperato successo,specialmnete per l'Italia,che da alcuni anni si sta dotando di una robusta industria per le fonti alternative,con il sostegno di incentivi pubblici.

 
21/12/2009 - Copenaghen dei miei stivali... (claudia mazzola)

Il vertice mondiale sul riscaldamento globale è appena finito e cosa ti fa Madre natura? Gelo polare e neve ovunque, nel caso qualcuno dicesse faccia caldo. Io mi fido di più di ciò che cade dal cielo che di ciò che sento sulla terra!