BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

INNOVAZIONE/ Il futuro della casa è nell'eco-building

Pubblicazione:

boscoverticaleR375_29dic09.jpg

 

Dal 1990 il numero di edifici in Italia è aumentato di circa il 10 per cento, con un tasso di incremento annuo del parco edilizio dello 0,6 per cento. Come conseguenza, i consumi termicinel residenziale sono aumentati del 5 per cento e quelli nel non residenziale del 73 per cento; quanto all’evoluzione dei consumi elettrici, nel residenziale c’è stato un incremento del 27 per cento mentre nel non residenziale l’incremento ha toccato il 116 per cento.

Ce n’è abbastanza per capire l’urgenza di iniziative volte a promuovere e sostenere una nuova forma di edilizia, che abbia decise caratteristiche di sostenibilità ambientale e contribuisca alla promozione dell’efficienza energetica e dell’impiego delle energie rinnovabili. Iniziative come quella dell’Eco-Building Club (EBC), un progetto europeo che per esteso suona così: Eco-Building International Club for advanced European Sustainable Energy Technology Dissemination in Europe and China. Si tratta di una Specific Support Action(SSA) finanziata dalla Commissione Europea tramite la Direzione generale Energia e Trasporti (DG TREN) nell’ambito del 6° Programma Quadro dell’UE. Coordinato dall’Enea, è sviluppato da dieci organizzazioni europee e una cinese; per l’Italia, oltre all’Enea, hanno partecipato Isnova e Finco.

Il progetto EBC ha preso il via nel settembre 2007 per una durata prevista di ventisette mesi: è giunto quindi al termine del suo percorso e in questo mese di dicembre ha visto un susseguirsi di riunioni e workshop per tracciare un primo bilancio dell’attività e delineare alcune prospettive. Tra i principali obiettivi del progetto erano indicati: la promozione e la diffusione dei criteri eco-building, dei materiali da costruzione efficienti e delle tecnologie per il riscaldamento e raffrescamento basate su fonti energetiche rinnovabili; le azioni per facilitare l’industrializzazione di tali tecnologie attraverso iniziative di tipo dimostrativo e la stesura di studi di pre-fattibilità eseguiti su casi concreti; la fornitura di ulteriore stimolo per la replicazione dei migliori risultati raggiunti. Il progetto ha coperto tre aree tematiche di promozione e diffusione: l’Eco-building (materiali, componenti, sistemi, criteri di progettazione eco-building, ecc.), le tecnologie rinnovabili per la climatizzazione invernale ed estiva (heating & cooling). la poli-generazione.

 

CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO, CLICCA SUL SIMBOLO ">>" QUI SOTTO



  PAG. SUCC. >